Archivi

La pietra portafortuna del 2018

La pietra portafortuna del 2018
La pietra portafortuna del 2018
E’ l’Ametista.
Talismano protettivo, è connessa alla femminilità e porta sostegno a chi ha intrapreso un percorso spirituale.
Secondo la cristalloterapia l’ametista stimola il metabolismo e favorisce le intuizioni.
Posizionare le altre pietre sopra una drusa di ametista, se la possedete, aiuta a purificarle e ricaricarle.
Di quale pietra hai bisogno? Nella scelta della pietra la grandezza non ha importanza,
anche un piccolo frammento possiede l’immensa energia del pianeta.
Se non la possiedi e vuoi acquistarla, lasciati guidare dall’istinto e scegli quella che ti attrae maggiormente.
La pietra portafortuna va posizionata in un punto della casa e lasciata nello stesso posto tutto l’anno.
Fonte: web

Colorare le pareti di casa è una necessità. Ma che colori è meglio usare?

Pareti-lilla

colore-giallo
Che si tratti di una parete o dell’intera casa, giocare con i colori delle pareti è uno dei piccoli trucchi per rinnovare la casa risparmiando.

Scegliere il colore delle pareti è un’operazione delicata da fare non solo in base al gusto estetico, ma anche tenendo conto della zona della casa che si deve dipingere.

Ad aiutarvi a scegliere il colore giusto ci pensa il Feng Shui, una disciplina orientale che vi indica quali sono i colori da usare per evitare influenze negative.

Bianco: il colore più diffuso in grado di rendere ogni casa luminosa e accogliente. La sua luminosità viene associata alla determinazione: per evitare di scadere nel banale e monotono date

alla stanza dipinta di bianco un pizzico di colore con gli arredi.

Giallo: il colore della natura e del sole che trasmette energia e calore. Il giallo è anche il colore della creatività. Perfetto per le zone giorno, in particolare per la cucina, è invece da

evitare nelle zone della casa dedicate al riposo come la camera da letto.

Per il soggiorno scegliete al massimo una tinta molto leggera di giallo.

Rosso: forza, potenza e passione in tutte le loro sfumature. Il rosso è tra tutti il colore da dosare con più attenzione: esagerando con questo colore

si rischia di favorire rabbia e agitazione.

Meglio lasciare a questo colore solo una parete o usarlo per l’arredamento.

Rosa e lilla: i due colori nelle versioni più chiare e tenui trasmetono rilassatezza e tranquillità. Il rosa è perfetto per le camere da letto, il lillà per il soggiorno, è infatti il colore

che aiuta a convivere più serenamente.

Blu: il colore che rappresenta la riflessione e la meditazione, nonostante sia un colore che sembra trasmettere pace, il rischio è infatti quello di scivolare nella malinconia. La soluzione è

evitare i blu più profondi e optare invece su quelli più chiari. Sconsigliata anche

la camera da letto interamente blu: meglio usare questo colore su una sola parete.

Verde: colore rilassante associato al colore di prati, montagne e in genere della natura. Anche per questo colore vale però la regola dei toni, sempre da prediligere i più chiari e tenui.

Colore perfetto per qualunque stanza della casa, meglio evitare però in cucina.

Nero: difficile immaginare di dipingere un’intera stanza di nero, ma è un colore pur sempre presente in molte case. Molto simile al blu, ha una connotazione però ancora più enigmatica e seria.

Da usare con molta parsimonia ed assolutamente vietato nella camera dei bambini.

Fonte: web

Questa voce è stata pubblicata il 30 settembre 2014, in Casa, Consigli.