Carlo Ripa di Meana ha raggiunto la sua Marina

Morto Carlo Ripa di Meana ha raggiunto la sua Marina

Carlo Ripa di Meana ha raggiunto la sua Marina

Ne ha dato la triste notizia il figlio Andrea: Mio padre è morto assistito con amore dal figlio, dalle sorelle e fratelli.

Carlo Ripa di Meana non ha resistito oltre: è morto oggi a Roma, all’età di 88 anni, a meno di due mesi dalla scomparsa della moglie Marina.

Nato il 15 agosto del 1929 a Pietrasanta (Lucca), da una nobile famiglia di marchesi.

Uomo politico e di cultura, socialista e ambientalista, parlamentare e commissario europeo,

ministro della Repubblica, presidente della Biennale del dissenso, presidente di Italia nostra.

Fonte: web

Marina Ripa di Meana si è arresa dopo una lunga malattia.

Marina Ripa di Meana si è arresa dopo una lunga malattia.
Nata a Reggio Calabria il 21 ottobre del 1941, come Maria Elide Punturieri.
E’ stata una donna trasgressiva e provocatrice.
Da oltre 16 anni anni combatteva contro iun cancro al polmone ed era in cura a Milano all’Istituto Europeo di Oncologia.

Marina Ripa di Meana si è spenta nella sua casa di Roma , dopo aver trascorso il suo ultimo Natale con la famiglia
Per suo volere non sono previste cerimonie funebri.
Aveva sposato in prime nozze il duca Alessandro Lante della Rovere, da cui ha avuto Lucrezia.

Dopo il divorzio dal conte Lante della Rovere, ha sposato il marchese Carlo Ripa di Meana.
Ha scritto alcuni libri autobiografici, fra cui I miei primi quarant’anni (Mondadori 1984: ne è stato tratto un film diretto da Carlo Vanzina)
La più bella del reame (Sperling e Kupfer 1988, il film è di Cesare Ferrario) e Invecchierò ma con calma (Mondadori 2012, sui suoi settant’anni).

Dopo aver fatto da valletta a Maurizio Costanzo, ha partecipato come opinionista o protagonista di trasmissioni ponendo temi come la tutela del paesaggio, l’esaltazione del bello e della difesa degli animali.
Dagli anni Novanta ha partecipato a svariate campagne contro lo sterminio dei cuccioli delle foche, contro l’uso per moda e vanità delle pelli e delle pellicce,
contro le corride, contro gli esperimenti nucleari francesi nell’atollo di Mururoa.

Con lei se ne va una donna unica nel suo genere, intelligente, a modo e molto ricca,grazie anche ai suoi matrimoni “nobili”.
Fonte: web

Nadia Toffa ricoverata in rianimazione

 

 

Nadia Toffa ricoverata in rianimazione

La giovane conduttrice delle Iene, ha avuto un malore nella sua camera d’albergo a Trieste.
La 39enne ha perso i sensi ed è ora rivoverata all’ospedale di Cattinara in rianimaziome.
Le condizioni sembrano gravi ed è in prognosi riservata.
Siamo in attesa di scoprire qual è stata la causa del suo malore.
L’ANSA lo ha dichiarato pochi minuti fa.

Forza Nadia, siamo tutti con te, non mollare!
Marcy

L’ultimo Natale di George Michael

L'ultimo Natale di George Michael

L’ultimo Natale di  George Michael
George Michael è morto per infarto all’età di 53 anni .
Il leader degli Wham è scomparso “pacificamente”, come dicono i familiari, nella sua casa in Inghilterra, il giorno di Natale .
I soccorsi, arrivati nel pomeriggio hanno constatato il decesso.
Ad annunciarlo il suo manager Michael Lippman.
George Michael si aggiunge alla lunga lista di artisti scomparsi nel 2016 :
David Bowie
Prince
Leonard Cohen
Paul Kantner
Keith Emerson
e Greg Lake, e solo un giorno fa Rick Parfitt degli Status Quo.
George Michael era arrivato al successo con gli Wham, diventando dei personaggi più popolari del pop degli anni ’80, che ha conquistato legioni di fan .

Elton John che su Instagram scrive di essere sotto choc per la triste notizia. «Ho perso un caro amico – il più gentile, l’anima più generosa e un artista geniale. Il mio cuore va alla sua famiglia, gli amici e tutti i suoi fan»


Fonte: web

E’ morto Luca De Filippo, figlio del grande Eduardo

E' morto Luca De Filippo, figlio del grande Eduardo

E’ morto Luca De Filippo, attore e regista teatrale, figlio del grande Eduardo.
Aveva 67 anni. Figlio di Eduardo, aveva iniziato a recitare da bambino.
La sua, è stata una lunga carriera tra  teatro e cinema.
Alcuni giorni fa era stato ricoverato, ma gli era stato diagnosticato un male incurabile.
Luca era nato a Roma nel 1948 dalla relazione tra il maestro del teatro e la soubrette Thea Prandi.
Al cinema è stato il padre di Silvio Muccino nel film di Gabriele Muccino, Come te nessuno mai.
Il suo ultimo ruolo, nel film di Gianfranco Cabiddu La stoffa dei sogni, omaggio alla commedia napoletana con la storia di una modesta compagnia di teatranti che naufraga con dei pericolosi camorristi sulle coste dell’Asinara, isola-carcere del Mediterraneo.
Un mese fa a Napoli aveva debuttato con il suo nuovo spettacolo, Non ti pago, ma la malattia lo aveva costretto a lasciare la scena.
I funerali laici si terranno lunedì 30 novembre dalle 14 alle 18 al Teatro Argentina di Roma.
Stasera un minuto di silenzio in tutti i teatri italiani.

Fonte: repubblica