La vanillina è di origine chimica, usiamo la vaniglia

La vanillina  è di origine chimica, usiamo la vaniglia
Vaniglia e vanillina entrambi aromi, usati per aromatizzare e profumare dolci, biscotti, creme, budini, liquori, torte e altro.

La vaniglia in bacche profumate, può superare i 1.300 € al Kg, mentre la vanillina costa circa 30 € al kg.

Cos’è la vanillina?

La vanillina è un aroma di sintesi ottenuto chimicamente da alcune frazioni del petrolio o dai residui della cellulosa (più precisamente dalla lignina contenuta nelle acque reflue della cartiere).

La vanillina in commercio (6 bustine circa 1 €) si ottiene quindi per sintesi chimica.

E’ indispensabile che sia fatta con le migliori accortezze, eliminando ogni tipo di sostanza chimica utilizzata per la sua produzione (come il solvente toluene, altamente cancerogeno).

Non sempre questo avviene: il 27 aprile 2010 un grandissimo lotto di vanillina sintetica proveniente dalla Norvegia fu ritirata dal mercato perchè contaminata con il toluene!

Che cosa è la vaniglia?

La vaniglia è la profumatissima bacca di un’orchidea.

Contiene un aroma, tra le sue 250 sostanze aromatiche,che si chiama Vanillina , ovviamente è naturale.

Questa notevole differenza fa sì che utilizzando vaniglia o la vanillina il risultato finale cambia.

La Vaniglia è consigliabile sempre e comunque, non solo per il suo aroma inconfondibile, dolce, persistente, piacevole (senza il retrogusto amaro della Vanillina di sintesi)

ma soprattutto a beneficio della nostra salute.

Il baccello di vaniglia , una volta svuotato dei suoi semi si può conservare in un contenitore con lo zucchero,

questo diventerà zucchero vanigliato con un procedimento economico e naturale.

Fonte: web

Torta Suprema

Torta Suprema
Torta Suprema

Per una ricorrenza speciale che merita di essere festeggiata alla grande, portate in tavola questa bellissima torta !
Ingredienti per 4 – 6 persone:
125 g  di zucchero
125 g  di burro
170 g  di farina
2  uova intere e 2 tuorli
100 g  di frutta secca tritata (mandorle, noci, nocciole)
30 g  di cioccolato fondente tritato
1  bicchierino di liquore a piacere
1  bustina di lievito vanigliato
2  mele golden piccole
1 tazza di crema pasticciera
zucchero a velo
Prima di iniziare la preparazione, lasciate il burro a temperatura ambiente per circa mezz’ora.
Poi  lavoratelo in una ciotola insieme allo zucchero fino ad ottenere una crema omogenea, unite le uova intere, i 2 tuorli, il liquore e un pizzico di sale,continuando a mescolare  fino a quando il composto sarà soffice e spumoso.
A questo punto aggiungete il lievito e la farina setacciati insieme, il cioccolato, il trito di frutta secca .
Sbucciate le mele, privatele del torsolo e tagliatele a fettine sottili, unitene 1/3 al composto, che poi verserete in una teglia del diametro di 26 cm, imburrata e infarinata.
Alla fine, dopo aver ben livellato, distribuite in modo armonioso le rimanenti fettine di mela sulla torta e mettetela in forno, precedentemente riscaldato a 180° per circa 40 /45 minuti.
A cottura ultimata (è sempre molto valido il sistema dello stecchino per verificare il grado di cottura del dolce, se fuoriesce asciutto è pronta) togliete la torta dal forno e lasciatela raffreddare completamente. Tagliatela a metà, spruzzatela con  il vostro liquore preferito e farcitela abbondantemente con la crema pasticcera.
Se volete,  potete aggiungere nella farcitura gocce di cioccolato fondente o la panna montata.
Spolverizzate la torta con lo zucchero a velo e servite in tavola.
La preparazione è abbastanza laboriosa, ma ne vale la pena, nessuno potrà resistere alla tentazione di mangiarne una fetta, tanto è buona.

Fonte: Rosa Pullano

Torta caprese, gustosa e veloce da preparare

Torta caprese, gustosa e veloce da preparare
Torta caprese, gustosa e veloce da preparare

La torta caprese nacque per errore …

Diffusa a Capri, ma anche nella provincia di Sorrento e della Costiera Amalfitana, la torta Caprese non ha delle origini ben chiare.
Gli abitanti della zona sono comunque convinti che sia nata per un errore: infatti, sembra che il cuoco Carmine di Fiore, negli anni venti, avrebbe dimenticato di mettere la farina in una torta a base di mandorle preparata per tre malavitosi americani, giunti a Capri per acquistare una partita di ghette per il mitico gangster Al Capone.
Sarà vero oppure si tratta di una leggenda?
E se fu un errore, quel che conta è che ci ha regalato questo dolce strepitoso, dal gusto straordinario

Ingredienti per 6 – 8 persone

250 gr di burro
200 gr di zucchero
5 uova
250 gr di mandorle sbucciate e tritate
15o gr di cioccolato fondente
1/2 bustina di lievito
zucchero a velo
burro e farina per lo stampo

Montate a spuma il burro (precedentemente ammorbidito) insieme allo zucchero, quindi incorporate i tuorli delle uova uno alla volta mescolando con cura.
Intanto fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria, lasciatelo intiepidire e aggiungetevi le mandorle tritate finemente con il mixer,
versate tutto nel composto a base di burro e uova, unite il lievito setacciato e mescolate accuratamente, in modo che tutti gli ingredienti siano ben amalgamati.
Solo a questo punto unite gli albumi montati a neve fermissima, avendo cura di incorporarli con delicatezza al resto del composto.

Imburrate e infarinate una tortiera, meglio se con cerchio sganciabile, quindi versatevi il composto livellandolo bene con un cucchiaio di legno inumidito nell’acqua.
Fate cuocere la torta in forno, precedentemente riscaldato a 180 C° per circa 35 – 40 minuti.
A cottura ultimata estraetela dal forno, lasciatela raffreddare e servitela cosparsa di zucchero a velo.

Di Rosa Pullano

L’immagine è stata reperita dal web

Biscotti alla Cannella per la Festa della Mamma

Biscotti alla Cannella per la Festa della Mamma

Biscotti alla Cannella per la Festa della Mamma

INGREDIENTI:
Per preparare 40 biscotti circa
60 g. amido di frumento
190 g. di farina bianca
1 cucchiaino di lievito per dolci
80 g. di burro
1 uovo
20 g. di zucchero a velo
100 g. di zucchero semolato
scorza di arancia biologica
1 cucchiaino di cannella
PER LA DECORAZIONE:
150 g. di pasta di zucchero colorata
1 cucchiaio di marmellata di albicocche (o altro gusto a piacere)

Fonte: MypersonaltrainerTv

Tortino al cioccolato per San Valentino. Video .

tortino al ciccolato a cuore

Segui i passaggi di questa semplice ricetta e in poco tempo otterrai una dolcissima torta a forma di cuore.

Potrai prepararla per San Valentino e per altre mille occasioni.

Per dare un aspetto diverso, basterà cambiare la forma del tuo stampo o teglia.

Se il vostro stampo è aperto da tutti e due i lati, basterà appoggiarlo su un foglio di carta da forno.

Prestate attenzione ai materiali che usate, potrebbero variare i tempi di cottura!

Consiglio di fare un controllo della cottura, con il classico stuzzicadenti.

Buon San Valentino!

Ezio e Marcy