Archivi

I benefici dell’olio essenziale di Garofano

I benefici dell'olio essenziale di Garofanoolio  essenziale generico

Garofano

I benefici dell’olio essenziale di Garofano

Chi di noi non ha mai usato almeno una volta i chiodi di Garofano per insaporire sughi o arrosti?

Probabilmente però pochi invece ne conoscono le virtù medicamentose che sono note fin dall’antichità.

Questi piccoli bastoncini ,che sono i boccioli dei fiori di garofano essiccati, in India venivano masticati per ottenere un immediato effetto antidolorifico, antibatterico e cicatrizzante.

E ancora oggi l’ olio essenziale di Garofano rientra nelle preparazioni farmacologiche utilizzate negli studi dentistici, proprio grazie al suo potere antimicrobico

ad ampio spettro e alla sua azione analgesica quasi immediata.

Questa è la proprietà che lo rende utile anche per massaggi antidolorifici.

Essendo il garofano una tra le spezie più diffuse e di uso comune, potete sfruttarne i potenti benefici, oltre che con l’ olio essenziale (da reperire in erboristeria), anche utilizzando direttamente i “chiodi”.

Un toccasana per guarire tutte le infiammazioni della bocca

Per gengiviti, afte e stomatiti

Che siano di origine infiammatoria, batterica o virale, queste patologie trovano immediato sollievo con l’ olio essenziale di garofano è l’eugenolo,

una sostanza in esso contenuta, che ne determina il potere disinfettante.

Far bollire e raffreddare un po’ d’acqua (mezzo bicchiere) e aggiungere poi un cucchiaino di aceto di mele e due gocce di olio essenziale di garofano.

Con questa soluzione fate degli sciacqui mattina e sera fino a miglioramento.

Per il mal di denti

Per tamponare un mal di denti improvviso, posizionate un chiodo di garofano sul dente sofferente, la saliva ed il calore della bocca ne estrarranno naturalmente

le proprietà curative che agiranno localmente.

Per problemi di alitosi

Questo problema si può risolvere aggiungendo al classico collutorio due gocce di olio essenziale di garofano che ne potenzia l’azione profumante e combatte

i microrganismi che sono causa del disturbo

L’olio essenziale di Garofano calma nervi e muscoli

Le proprietà analgesiche che l’ olio essenziale di garofano esercita sul sistema nervoso, risultano efficaci anche per massaggi antireumatici riscaldanti e analgesici.

Si utilizzano non più di 2 gocce in un cucchiaio di olio vettore (per esempio: olio di germe di grano), da massaggiare sulla parte dolente, con movimenti ampi e regolari.

Fonte: riza

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Menta.

olio essenziale di menta

Se viene inalato, ha un effetto rinfrescante e rigenerante sulla psiche.

Viene impiegato per favorire la concentrazione durante lo studio per esami, o per migliorare il rendimento sul lavoro.

L’olio essenziale di menta ha un’azione tonificante, utile in caso di affaticamento psico-fisico e problemi di tipo neurovegetativo, dovuti a stati di stress, come ansia,

insonnia e depressione.

Se ingerito, una goccia in mezzo cucchiaino di miele, è considerato uno dei migliori digestivi presenti in aromaterapia.

È utile in caso di meteorismo, indigestioni, colite, diarrea, spasmi, dispepsie e quasi tutti i disturbi legati all’apparato digerente.

Le proprietà battericide della menta si sono dimostrate particolarmente efficaci nel neutralizzare diversi ceppi batterici, responsabili di tifo e tubercolosi .

Contro lo stafilococco ed il proteus vulgaris, causa di enterocoliti e infezioni delle vie urinarie.

L’olio essenziale di menta svolge un’ azione antisettica e antipiretica che giova in caso di malattie da raffreddamento ed influenza, febbre, stomatiti e afte.

E’ anche utilizzato per uso interno, per eliminare vermi intestinali, in quanto favorisce, in breve tempo, l’espulsione di parassiti.

Ha proprietà calmanti che aiutano a diminuire nausea e vomito, ecco perchè è consigliabile avere l’olio essenziale di menta sempre a portata di mano durante i viaggi,

per contrastare il mal d’auto.

E’ un disinfettante del cavo orale, molto utile per deodorare l’alito.

Grazie alle sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie ed anti-pruriginose è utile nel trattamento di foruncoli, tigna, scabbia e dermatosi.

Per queste proprietà calmanti viene efficacemente usata come rimedio contro le punture di insetti.

Massaggiato localmente è utile per tutti i tipi di mal di testa, da quelli digestivi a quelli provenienti dal cambio di pressione.

Ottimo anche per dare sollievo alle tensioni cervicali, dolori mestruali, in caso di distorsioni, dolori muscolari e reumatismi in quanto esercita un’azione analgesica e antireumatica.

Fonte: curenaturali

Olio essenziale di Neem e i suoi benefici.

olio di Neem1

L’olio di Neem presenta proprietà antivirali, antibatteriche, antiparassitarie, antisettiche e antifungine, che rendono il suo

utilizzo adatto non soltanto per la cura della nostra salute e della nostra bellezza, ma anche per la salvaguardia di piante ed animali dagli attacchi

da parte dei parassiti. Meglio se è Biologico.

Può essere presente all’interno di preparazioni erboristiche e di cosmetici naturali come dentifrici, saponi e creme per la pelle .

Ha un odoro piuttosto pungente e risultare poco gradito e nei casi in cui sia strettamente necessario tale problema

può essere risolto addizionandolo con degli oli essenziali profumati e che presentino proprietà adatte al disturbo che si

desidera curare o prevenire.

L’olio di Neem è adatto ad essere applicato sulla nostra pelle sia per massaggi che per trattamenti locali in caso di pelle secca, per via delle sue proprietà idratanti.

Il suo contenuto di vitamina E e di acidi grassi essenziali lo rendono inoltre adatto alla preparazione di creme per il viso e per il corpo dal potere antiossidante e antietà.

Attualmente stanno studiando le proprietà che gli antichi avevano già individuato relativamente all’olio di Neem e che hanno confermato anche la capacità di favorire l’attività del sistema

immunitario e di combattere infezioni virali, batteriche o fungine.

L’olio di Neem è molto potente e concentrato e per la sua applicazione sulla pelle può essere aggiunto con poche gocce, in creme naturali di base o in oli vegetali più delicati, come l’olio

di semi di girasole o di jojoba.

Il suo costo è davvero basso,quindi vale la pena comprarlo e tenerlo in casa per le nostre esigenze.

Fonte:erbabiologica

Proprietà e benefici dell’Olio essenziale di Patchouli.

Proprietà e benefici dell'Olio essenziale di Patchouli.

Proprietà e benefici dell’Olio essenziale di Patchouli.

Il Patchouli ha un profumo intenso e persistente, terreo, aspro, dolce e speziato.

Armonizzante, il profumo del Patchouli evoca il rifugio dei boschi profondi e umidi, suscitando in chi lo inala, il sentimento d’intimità con se stessi.

Ha un’azione tonificante e stimolante, è utile in caso di depressione e di torpore mentale, mentre risulta calmante e rilassante in caso di ansia e stress.

In aromaterapia è indicato per i giovani che trovano difficoltà a identificarsi con il proprio corpo e permette a coloro che vivono in una dimensione esaltata di esperienze mentali e psichiche, di rimanere con i piedi per terra.

Il Patchouli permette di conciliare armoniosamente mente e corpo.

Conosciuto come afrodisiaco, induce la ghiandola pituitaria a produrre endorfina utile a chi non riesce a lasciarsi andare (frigidità) o ha un calo della libido:
aumenta la concentrazione e le energie.

Consigliato per le persone più mature che, a causa della loro vita sociale e vita professionale, devono controllare le loro pulsioni fisiche e soffrono di esaurimento psico-fisico
o di disturbi sessuali.

E’ un antinfiammatorio naturale, usato contro la ritenzione idrica, la cellulite e mal di testa indotto dallo stress, per le sue proprietà astringenti sul sistema circolatorio.

Anche antifungino, nelle infezioni che attaccano i tessuti cutanei e le mucose, in presenza di funghi vaginali e della bocca mughetto, candidosi e micosi.

Cicatrizzante, nell’olio da massaggio svolge un’azione riparatrice del tessuto cutaneo, contrastando la formazione di smagliature e rughe, per pelli secche, stancche e invecchiate, e nei disturbi come dermatiti, acne, screpolature e bruciature.

Micosi: applicato sulla pelle o sulle mucose esterne, sembra che l’estratto di patchouli possa ridurre i fastidi dovuti a infezioni da funghi o batteri.

Il suo forte profumo, così come l’attività antisettica dovuta al pachouloli, eviterebbe il proliferare di agenti microscopici esterni, donando immediato sollievo.

Allo stesso tempo, è indicato anche per le parassitosi, quali quelle da pidocchio.

Dolori minori: in minime dosi, sembra che l’essenza della pianta possa essere d’aiuto anche per limitare alcuni dei più frequenti fastidi quotidiani, dal mal di testa ai bruciori di stomaco, grazie all’azione sia lenente che disinfiammante.

Salute della pelle: usato da sempre nella cosmesi, anche in quella moderna, il rimedio trova la sua massima elezione nel trattamento delle piccole problematiche della pelle.

È infatti indicato per equilibrare la produzione di sebo, ma anche per ridurre i segni cicatriziali dovuti ad acne, ferite o smagliature.

Tende quindi a rinvigorire l’elasticità dell’epidermide, agendo direttamente sulla distensione delle rughe, quindi a rilassare i muscoli se utilizzato come olio da massaggio.

Fonte: Curenaturali

* Gli Argomenti sono di natura generale, a scopo puramente divulgativo e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato. *

Proprietà dell’Olio di Sandalo

olio-essenziale-di-sandalo Il sandalo deve essere importato assolutamente da piantagioni rigidamente controllate per l’aspetto ecologico.

Con 20 kg di legno di sandalo, di alberi dell’età di ca. 30 anni, si ottiene 1 kg di olio essenziale.

All’essenza di sandalo vengono attribuite proprietà che donano pace all’anima.

Sandalo L’essenza di sandalo dell’India fa parte dei profumi più antichi e più apprezzati nel mondo.

Ai vecchi tempi veniva già usato come essenza particolarmente curativa.

In seguito è diventato famoso per le sue proprietà disinfettanti e benefiche per pella secca.

Fino ad oggi viene usato moltissimo nell’ambiente della profumeria.

All’olio essenziale di sandalo vengono attribuite delle proprietà che donano pace all’anima.

L’olio essenziale di di Sandalo viene consigliato dagli aromaterapeuti in caso di febbre, contro la cistite e il mal di gola.

L’olio essenziale di sandalo può essere usato diluito anche sulla pelle dei bambini perchè ha un ottima tollerabilità sulla pelle, oppure contro la pelle grassa (2-3 gocce nell’acqua tiepida

per fare impacchi da mettere sulla pelle da trattare).

Mescolato con essenza di geranio in un po’ di olio di Jojoba può servire alla pelle molto secca, matura oppure irritata.

Un massaggio con olio di sandalo è un buon rimedio contro le smagliature dovute a repentini sbalzi di peso o gravidanze.

Il massaggio con questo olio ridona elasticità ai tessute e protegge dalle smagliature.

E’ conosciuto in aromaterapia come un potente afrodisiaco si dice che serve sopratutto all’uomo con problemi di tipologia sessuale (sembra che aumenti la produzione di ormoni maschili) ma

piace anche alla donna per il suo profumo balsamico e sensuale.

Si consiglia negli oli da massaggio per le coppie.

Tranquillizza e sostiene il sonno.

Alcuni genitori stimano molto il profumo dell’olio essenziale di sandalo diluito in un olio di base oppure nella vasca da bagno nel caso di problemi con bambini iperattivi, caparbi oppure per

tranquillizzare gli adolescenti ribelli.

Fonte: Maitreya-natura