Archivi

“Melissa” amica dell’umanità

Melissa amica dell'umanità

Melissa amica dell’umanità

La Melissa è una pianta erbacea spontanea, perenne e rustica, cresce facilmente dalla zona mediterranea a quella montana, in campagna, nei boschi, nei laghi freschi e ombrosi.
La Melissa officinalis, o Erba cedrina o Cedronella, è molto ricercata dalle api e per questo motivo prende il nome dal greco Mèlissa.
Viene comunemente chiamata anche Cedronella per il suo profumo simile al Limone.
E’ il più popolare anti-spasmodico al quale si ricorre nei momenti difficili della vita.
Ha eccellenti proprietà cicatrizzanti, astringenti, anti-microbiche.
Mediante frizioni è usata per sedare dolori reumatici e nevralgici.
I rametti di Melissa, se posti nell’armadio, allontana parassiti e profumano la biancheria.
Viene usata anche in cosmesi ( in molti tonici per la pelle) .
Viene utilizzata come digestivo (in infuso: 0,5 g in 100 ml di acqua); una o due tazzine dopo i pasti, all’occorrenza.
Nell’uso popolare la Melissa viene apprezzata come erba aromatica, le sue foglie fresche sono usate per insalate,minestre, carni, bibite,liquori e molto altro.
In erboristeria, i fiori essiccati vengono usati uniti ad altre piante aromatiche per preparare decotti o infusi che possono servire come cordiale o tonico.
*L’uso della Melissa è controindicato in persone con glaucoma, in quanto aumenta la pressione oculare.
Può interferire con l’azione tiroidea, per cui è sconsigliata l’assunzione in caso di ipotiroidismo o in caso di terapie a base di ormoni tiroidei.
La Melissa può anche interagire con i barbiturici e con il metabolismo.

Fonte: naturaliadomus

I benefici dell’olio essenziale di Cedro

I benefici dell'olio essenziale di CedroI benefici dell'olio essenziale di Cedro

I benefici dell’olio essenziale di Cedro

La storia dell’albero del Cedro:

E’ un albero maestoso , simbolo di longevità e imponenza, il suo legno era considerato incorruttibile:

Nell’antichità “Se le assi della nostra casa sono di cedro” significava preservare l’anima dalla corruzione.

Il profumo prodotto dalle foglie è così intenso che se si cammina nelle vicinanze di un albero di cedro in una giornata ventilata, lo si può individuare dal profumo prima di vederlo.

L’olio, estratto per distillazione in corrente di vapore dalla corteccia o segatura del cedro rosso, è stato forse il primo olio ad essere estratto:

gli Egizi ne facevano uso per le pratiche di mummificazione, ma anche come cosmetico.

USI

Per la psiche:

Favorisce l’autostima, apporta coraggio ed energia alleviando lo stress e gli stati d’ansia, agevola il cambiamento nei periodi dove cambiare è fisiologico e necessari.

Se inalato, aiuta la nostra determinazione nel raggiungere un obiettivo rendendoci più stabili nelle decisioni prese.

Secondo alcuni studi ha effetto calmante e antidepressivo sul sistema nervoso centrale, caratteristica che si nota in tutti gli oli ricavati dalle piante secolari.

Dona forza, vigore e infonde saggezza e calma.

Come tonico ha proprietà afrodisiache.

Per i capelli:

Come altri oli essenziali richiama il sangue in superficie e, aumentando l’irrorazione sanguigna e il micro-circolo,

aumenta il trofismo fisiologico combattendo la caduta e mantenendo una capigliatura sana e nutrita. Ottimo per i capelli eccessivamente grassi o secchi.

Per i dolori mestruali:

In passato veniva utilizzato per regolare il ciclo mestruale, attenua nausea e crampi mestruali.

Dolori articolari:

Ha effetto analgesico e antinfiammatorio e agisce attenuando la sensazione dolorosa nelle forme artritiche.

Favorisce la cicatrizzazione e disinfetta perchè antisettico, proprietà che accomuna tutti gli oli essenziali.

Per le sue proprietà astringenti e antisettiche è utilizzato come lenitivo per la pelle irritata, affetta da dermatiti ed eczemi, per i pori dilatati del viso e foruncoli.

Una quantità eccessiva di quest’olio, tuttavia, può causare irritazione.

Raffreddore e tosse:

Durante l’ inverno è ideale in caso di raffreddore per liberare il naso chiuso, aiuta l’espettorazione decongestionando l’apparato respiratorio, ottimo per la di tosse.

Repellente per gli insetti:

Fin dall’antichità veniva usato per costruire abitazioni, oltre che per il legname pregiato anche per l’aroma sprigionato che funzionava come repellente.

Funziona anche come calmante per il prurito causato dalle punture degli insetti.

Nel diffusore o umidificatore:

Favorisce il benessere e la calma in casa e negli ambienti attraverso i diffusori di oli essenziali

Quello di legno di Cedro, è un olio essenziale che fa parte di quelli che favoriscono il benessere psichico e il rilassamento.

Antitarme:

l’olio essenziale di cedro è un potente antitarme e dona fragranza oltre a proteggere i nostri abiti.

CONTROINDICAZIONI:

L’olio essenziale di legno di cedro è un olio di regola ben tollerato ma può dar luogo a fenomeni allergici o di reazione in pelli sensibili, quindi si consiglia sempre di testare il prodotto. Evitare l’uso in gravidanza, allattamento e su bambini piccoli.

Fonte: naturopataonline

“Bamboosil” a cosa serve?

"Bamboosil" a cosa serve?

"Bamboosil" a cosa serve?

Bamboosil a cosa serve.

Originario dell’ India, il Bambù è una canna che può arrivare a più di 10 metri d’altezza in seguito ad una crescita particolarmente veloce.

Per la loro Medicina Naturale, i Cinesi raccolgono sui nodi degli steli un essudato che chiamano ” Bamboosil” -( Tabashir in India ).

Il Bambù è una pianta che possiede un alto tenore in silicio organico (77%) contenuto nel suo essudato.

Questo oligoelemento abbondante in natura, è invece presente in modestissime quantità nei “moderni” cibi.

Il silicio è una sostanza importante per il corpo, soprattutto per la pelle e le ossa.

Stimola la sintesi del collagene contenuto nei tessuti ossei e connettivi e facilita quindi la ricostruzione della cartilagine distrutta nel corso di malattie articolari come l’artrosi.

A questa azione benefica sulle articolazioni, si aggiunge un effetto rimineralizzante.

Permette di evitare la demineralizzazione responsabile della fragilità delle ossa ( osteoporosi ) che si produce in particolare dopo la menopausa.

È quindi molto importante effettuare regolarmente una cura a base di Bamboosil.

Associazioni Consigliate:

Prevenzione dell’osteoporosi – Bamboosil + Ortica + Cartilagine di Squalo

Consolidazione delle Fratture – Bamboosil + Olio di Fegato di Merluzzo + Cartilagine di Squalo

Mal di Schiena – Bamboosil + Artiglio del Diavolo + Arnica

Fonte: ladyo.it

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Menta.

olio essenziale di menta

Se viene inalato, ha un effetto rinfrescante e rigenerante sulla psiche.

Viene impiegato per favorire la concentrazione durante lo studio per esami, o per migliorare il rendimento sul lavoro.

L’olio essenziale di menta ha un’azione tonificante, utile in caso di affaticamento psico-fisico e problemi di tipo neurovegetativo, dovuti a stati di stress, come ansia,

insonnia e depressione.

Se ingerito, una goccia in mezzo cucchiaino di miele, è considerato uno dei migliori digestivi presenti in aromaterapia.

È utile in caso di meteorismo, indigestioni, colite, diarrea, spasmi, dispepsie e quasi tutti i disturbi legati all’apparato digerente.

Le proprietà battericide della menta si sono dimostrate particolarmente efficaci nel neutralizzare diversi ceppi batterici, responsabili di tifo e tubercolosi .

Contro lo stafilococco ed il proteus vulgaris, causa di enterocoliti e infezioni delle vie urinarie.

L’olio essenziale di menta svolge un’ azione antisettica e antipiretica che giova in caso di malattie da raffreddamento ed influenza, febbre, stomatiti e afte.

E’ anche utilizzato per uso interno, per eliminare vermi intestinali, in quanto favorisce, in breve tempo, l’espulsione di parassiti.

Ha proprietà calmanti che aiutano a diminuire nausea e vomito, ecco perchè è consigliabile avere l’olio essenziale di menta sempre a portata di mano durante i viaggi,

per contrastare il mal d’auto.

E’ un disinfettante del cavo orale, molto utile per deodorare l’alito.

Grazie alle sue proprietà antisettiche, antinfiammatorie ed anti-pruriginose è utile nel trattamento di foruncoli, tigna, scabbia e dermatosi.

Per queste proprietà calmanti viene efficacemente usata come rimedio contro le punture di insetti.

Massaggiato localmente è utile per tutti i tipi di mal di testa, da quelli digestivi a quelli provenienti dal cambio di pressione.

Ottimo anche per dare sollievo alle tensioni cervicali, dolori mestruali, in caso di distorsioni, dolori muscolari e reumatismi in quanto esercita un’azione analgesica e antireumatica.

Fonte: curenaturali

La leggenda dell’Agrifoglio e i suoi benefici.

agrifoglio

L’agrifoglio deve la sua nobiltà ai servizi resi alla santa famiglia.

Per sfuggire alla collera di Erode, pronto a massacrare tutti i maschietti di meno di due anni, Giuseppe, Maria e Gesù furono costretti a fuggire in Egitto.

Miracoli di ogni genere li accompagnarono lungo il cammino.

Si racconta che la Santa famiglia camminasse sotto scorta di leoni, lupi e leopardi.

Per dissetarsi e nutrirsi, le palme s’inchinavano per offrire i lori frutti.

Quando i soldati di Erode si avvicinarono, anche l’agrifoglio fece la sua parte.

Maria ,Giuseppe e Gesù si nascosero sotto i suoi rami.

Per riconoscimento Maria lo benedì e decise che l’agrifoglio sarebbe rimasto sempre verde, un simbolo d’immortalità.

L’agrifoglio è conosciuto come pianta del periodo natalizio per le sue decorative bacche rosse e anche per le leggende che ruotano intorno ad esso; forse però,

non tutti lo conoscono per le sue proprietà medicinali.

Questo arbusto sempreverde, infatti, è contiene alcune sostanze che lo rendono ideale per combattere alcuni disturbi.

L’agrifoglio, si caratterizza per le sue drupe carnose di colore rosso acceso che lo rendono perfetto come ornamento durante il periodo natalizio, anche in virtù

delle leggende che lo riguardano, come ad esempio, la sua capacità di portare fortuna e di allontanare gli spiriti maligni.

Ha proprietà curative che si devono ai suoi componenti, ovvero tannini, ilicina, ilaxantina, e pectine. Di questa pianta si usano le foglie, le radici e la corteccia,

mentre le bacche sono tossiche sia per l’uomo che per gli animali.

L’agrifoglio possiede proprietà astringenti, diuretiche, espettoranti, emetiche, febbrifughe e purgative.

* L’Agrifoglio viene usato soprattutto come fiore reciso, in segno di augurio nel periodo natalizio.

Tale tradizione arriva dalla lontana Irlanda, dove tale pianta era così diffusa da poter essere reperita facilmente anche dalle famiglie più povere, che potevano così arredare la propria casa durante le feste.*

Fonte: webagrifoglio glitter