Archivi

Proprietà e benefici della Sugilite

Proprietà e benefici della Sugilite
Proprietà e benefici della Sugilite
La Sugilite è un minerale dal colore che varia dal rosso al viola scuro.

Recentemente è stata rivalutata dal punto di vista spirituale, ritenuta infatti simbolo del mistero, dello spirito e della guarigione.

La Sugilite è considerata un po’ come un ponte che collega il piano materiale a quello spirituale, armonizzandoli.

Si dice che fino ad oggi non era affiorata sulla terra, perché l’uomo non era ancora pronto alla sua energia.

Il colore viola non ricorda quello dell’ametista e non può infatti essere confusa con questo quarzo. Intenso e pieno, la luvulite non è una pietra semi-trasparente.

I giacimenti più importanti si Sugilite sono in Canada, Sudafrica e Giappone.

Le capacità protettive della Sugilite sono eccezionali.

Portare o indossare un pezzo di Sugilite procura una specie di “scudo di luce” attorno al corpo che rende inattaccabili dalle disarmonie altrui.

Questo tipo di protezione è importante soprattutto per quelle persone gentili che hanno la tendenza ad assorbire su di loro tutte le energie che gli stanno attorno.

Sembra capace di bilanciare i due emisferi celebrali. Per riuscirci, basta posizionarla all’altezza del terzo occhio.

Un po’ come accade ad esempio con il Quarzo ialino, può essere utilizzate come pietra di emergenza.

Resta però particolarmente idonea per alleviare i sintomi e scavare nella profondità delle cause che interessano i disturbi motori.

Usate la Sugilite se dovete scacciare vecchi rancori, sentimenti, frustrazioni, sensi di colpa… Aiuta ad accettare il mondo per quello che è, anche nel suo aspetto più devastante, senza accollarsi

responsabilità che non gli appartengono.

La Sugilite diciamo che è considerata la pietra del nostro secolo, capace di contrastare proprio questi stati ansiosi e aiutando le persone a comprendere le cose per quelle che sono, semplicemente accettandole.

*Le informazioni riportate in questo articolo hanno carattere informativo, non sono pertanto da considerarsi prescrizioni mediche.

Fonte: web

La “Dumortierite” benefici e pregi

La "Dumortierite" benefici e pregi
È presente come minerale accessorio negli gneiss, nelle granuliti, nelle pegmatiti e nelle kinzigiti. I giacimenti più importanti si trovano in Nevada, Arizona e California.

Il suo nome onora Eugene Dumortier, un paleontologo di Lione (1802-1873).

Si rinviene in forma di aggregati fibrosi a struttura raggiata di colore azzurro intenso, azzurro-verdastro, violetto o rossastro e lucentezza sericea.

Prende il nome dal paleontologo francese Eugene Dumortier che per primo la descrisse nel 1881.

Spesso viene confusa con la Sodalite o spacciata per Lapislazzuli.

La Dumortierite non è una pietra comune tra quelle utilizzate nella cristallo-terapia,è una pietra cerebrale, aiuta a formalizzare i concetti, il pensiero, il pensiero logico.

La pietra è blu chiaro, con varie venature bianche e qualche incursione più scura, lavora in sinergia con l’energia del 5° Chakra.

Le sue energie aiutano a prendere una visione più ampia e distaccata dei vari aspetti che compongono la nostra vita.

Lasciando che essi, in maniera più naturale possibile, riprendano la loro naturale dimensione, e noi il nostro spazio.
La "Dumortierite" benefici e pregi
Succede che quando ci sentiamo in dovere o responsabili per una persona o una certa situazione, cadiamo nella dipendenza, causata dall’abitudine della mente.

Accresce la fiducia in se stessi, rafforza l’autostima, dona vigore fisico.

Infonde fiducia e coraggio in momenti difficili e favorisce i cambiamenti.

Aiuta anche a uscire dalle dipendenze e a cancellare le negatività nel profondo.

Aiuta a infondere pazienza e negli stati di ansia.

La Dumortierite permette alla mente di organizzare e ridurre gli eccessi, i gesti di rabbia spontanea e incontrollata.

Favorisce la resistenza fisica, infonde coraggio e fiducia in tempi difficili e ci aiuta a prendere il controllo della nostra vita

Allontana comportamenti indesiderati e permette il realizzarsi di cambiamenti.

Favorisce le capacità organizzative, l’autodisciplina e l’ordine.

Fonte: web

Passiflora: proprietà ,benefici e controindicazioni


Passiflora : proprietà ,benefici e controindicazioni

Le virtù benefiche della passiflora sono varie e ancora poco note,
invece si tratta di una pianta le cui proprietà si rivelano importanti ed efficaci soprattutto per alcuni disturbi .
Alla passiflora sono state attribuite le capacità di ridurre l’irrequietezza e contrastare l’insonnia .
Tali capacità sono dovute in massima parte alla presenza dei flavonoidi (attività sedativa),
presenti nelle parti aeree della pianta, e degli alcaloidi (attività spasmolitica).
Grazie all’azione di questi composti, la passiflora è in grado di stimolare un sonno fisiologico senza risvegli notturni,
né senso di intorpidimento mattutino, anche se l’esatto meccanismo con cui ciò avviene non è ancora stato chiarito del tutto.
Le proprietà benefiche della passiflora:
è sedativa ed ansiolitica, contro ansia, stress e angoscia;
calmante, utile in caso di nevrosi isterica, fobica, ossessiva e post traumatica.
E’ un buon rimedio naturale contro il colon irritabile;
placa gli attacchi di tosse;
è anti-spamodica, agisce sulla muscolatura liscia, utile in caso di dolori all’addome;
analgesica, utilizzata soprattutto contro i dolori del ciclo mestruale;
cardiotonica, previene gli infarti;
è efficace contro i disturbi della menopausa (nervosismo, irritabilità, depressione, tachicardia, dispnea, vampate di calore);
antinfiammatoria;
può essere un buon  rimedio contro le affezioni respiratorie;
antitumorale, specie per la prevenzione del tumore alla prostata;
calma la fame nervosa.
In definitiva possiamo dire che la passiflora ha proprietà simili a quelle delle benzodiazepine poiché regola l’umore,
controlla il rilascio del cortisolo ed interviene sui disturbi del sonno con un effetto meno forte .
Può essere usata anche per uso esterno per trattare le emorroidi e per effettuare bagni contro l’agitazione nervosa.

Passiflora: controindicazioni ed effetti collaterali

*La passiflora non deve essere assunta in contemporaneamente a psicofarmaci, anticoagulanti, barbiturici, antidepressivi, sedativi e sonniferi.
*Può scatenare reazioni allergiche nei soggetti ipersensibili.
*Se si assumono dosi massicce possono presentarsi i seguenti effetti collaterali: panico, ansia, insonnia, mal di testa, nausea, vertigini,
vomito, problemi di coordinazione, sonnolenza, battito cardiaco irregolare, e per allucinazioni.
*Non assumere passiflora prima di mettersi al volante.
*Non somministrare ai bambini al di sotto dei 12 anni di età.
*Non assumere in caso di gravidanza, può provocare contrazioni uterine, e durante l’ allattamento.
*Non assumere in concomitanza con bevande alcoliche o contenenti caffeina.
*Prima di farne uso chiedere consigli al proprio medico curante.
*IMPORTANTE: le informazioni riportate in questo articolo sono a puro scopo informativo e non sono pertanto da considerarsi prescrizione medica.

Fonte: mypersonaltrainer

Occhiaie, ecco alcune strategie naturali

Occhiaie, ecco alcune strategie naturali
Occhiaie, ecco alcune strategie naturali

La causa di questo fastidioso enestetismo non è solo l’invecchiamento, ma anche alcune predisposizioni individuali o stili di vita errati:
Dormire poco
Posizione in cui si dorme (ad esempio, dormire sul fianco causa la compressione degli zigomi e al risveglio le borse sotto gli occhi sono più accentuate).
Ritenzione idrica
Troppo sale nella dieta (che causa ritenzione idrica)
Allergie e dermatiti
Fattori ereditari
Ecco alcuni rimedi naturali:
Latte.
Prendete due dischetti di cotone, immergeteli nel latte freddo e posizionateli sotto gli occhi, lasciando agire per almeno 5 minuti: l’acido lattico favorisce la riduzione dei gonfiori e della colorazione scura.
Occhialini da nuoto.
Riempite gli occhialini con acqua e metteteli nel congelatore. A congelamento avvenuto indossate gli occhialini: bastano circa cinque minuti per sbarazzarsi delle occhiaie.
Cucchiai.
Mettete i cucchiai nel congelatore e lasciateli per tutta la notte. Al mattino metteteli sugli occhi e levateli fino a quando non sono più freddi: usati tutte le mattine, dopo circa due settimane noterete una grande differenza.
Limone.
Mettete due fette di limone direttamente sulle occhiaie, tenendo chiusi gli occhi. Dopo circa 20 minuti, togliete le fette di limone e sciacquate delicatamente gli occhi con acqua fredda.
Patata.
Posizionate due fette di patate sugli occhi e lasciate agire per circa 20 minuti.
Panno bagnato.
Mettete un panno bagnato in frigorifero la sera prima di mettervi a letto, la mattina tiratelo dal frigo e posizionatelo sulla fronte coprendo anche gli occhi. Lasciate agire per 5 minuti.
Bustine di tè.
Bagnate 2 bustine di tè con acqua fredda per circa 30 secondi poi mettetele sugli occhi, lasciando agire per 10 minuti. Sciacquate il viso e gli occhi con acqua fresca.
Fette di cetriolo.
Posizionate due fette di cetriolo sugli occhi chiusi e lasciate agire per 15 minuti.
Aloe.
Applicate sui dischetti di cotone uno strato di gel aloe e posizionateli sugli occhi chiusi, lasciando agir per 15 minuti: l’aloe è un ingrediente idratante naturale che lenisce i bruciori e protegge gli occhi.
Creme.
Infine vi ricordiamo che sono da considerare rimedi naturali contro le occhiaie anche i composti e le creme a base di piante officinali quali la centella asiatica, mirtillo, rusco, camomilla, calendula, ippocastano e magnolia.
Occhiaie, ecco alcune strategie naturali
I rimedi naturali possono essere una discreta alternativa per ridurre le occhiaie, ma per eliminarle completamente bisognerebbe agire sui fattori di rischio e intervenire sulle cause.

Evitate di esporvi al sole senza un’adeguata protezione per il viso e in particolare per il contorno occhi!
Collagene ed elastina, presenti nello strato sottile della pelle, appena sotto la palpebra, subiscono modifiche chimico-fisiche indotte dalle radiazioni UV. L’attività di degradazione della struttura proteica di collagene ed elastina è coadiuvata anche dai raggi ultravioletti. Oltre all’esposizione solare, evitate di fare la lampada!
Lo stress e la mancanza di riposo possono causare la comparsa e la permanenza delle occhiaie. Per migliorare la zona occhi, cercate di seguire uno stile di guida più regolare, assicurandovi le giuste ore di riposo e allontanando i carichi eccessivi di stress.

La disidratazione è un altro fattore da non sottovalutare. Chi beve poca acqua tenderà a sviluppare precocemente rughe e occhiaie.

Fonte: ideegreen

Usi e benefici del Coriandolo

Usi e benefici del Coriandolo
Usi e benefici del Coriandolo
Proprietà del coriandolo:
Olio essenziale (linalolo e geraniolo)
vitamina (C-A- K- E- B1-B2- B3 )
sali minerali (calcio, fosforo, ferro, sodio, zinco, potassio e magnesio) e fibre.

Utilizzi del Coriandolo:
Il Coriandolo si presta a molti più usi di quelli che possiamo immaginare. In ambito culinario è utilizzato nella preparazione di alcuni salumi,
insaporisce carne, pesce e verdure,
ma profuma anche birre, biscotti, confetti e il pampepato.
I semi vengono utilizzati come spezia. I semi di coriandolo macinato ,costituiscono uno degli ingredienti del curry .
Le foglie del Coriandolo in Oriente, vengono utilizzate al posto del prezzemolo.
————————————————————————————————————————————————
Il Coriandolo ha anche molte proprietà utili per la cura del corpo ed è un ottimo rimedio naturale per molteplici disturbi.
Tonifica il sistema nervoso
Aiuta la digestione
Mantiene attiva l’attività cerebrale
Antispasmodico, utile contro crampi e colite
Defaticante
Antisettico
Stimola l’appetito
Analgesico
E’ depurativo, aiuta l’organismo ad espellere i metalli pesanti tramite la diuresi e la sudorazione, inoltre stimola i reni e li protegge.
Mucolitico, quindi è un ottimo rimedio contro la tosse grassa.
Aiuta a ridurre il livello del colesterolo cattivo nel sangue.
Stimola la produzione di latte materno.
Antinfiammatorio, utile contro l’artrite.
Anti-diarroico.
Cura le affezioni del cavo orale, come le afte ed è utile anche contro l’alitosi.
Anti-anemico.
Fortifica le difese immunitarie.
E’ un utile rimedio contro la congiuntivite;
Anti-diabetico.
Antiossidante.
——————————————————————————————————–
Tisana al Coriandolo:
1 cucchiaino di coriandolo secco o foglie fresche tritate e acqua calda.
Lasciare in infusione coperto, per 5 minuti. Filtrare e bere.

La tisana al Coriandolo calda è utile per:
Emicrania
Dolori intestali o crampi da mestruazioni
Digestione lenta
Flatulenza
Fegato e reni affaticati
Stanchezza
————————————————————————————————————————-
La tisana tiepida è utile per:
Congiuntivite e affezioni del cavo orale.

L’olio essenziale di coriandolo è utile per:

eczema-psoriasi-artrite-rilassante muscolare

Per usufruire meglio dei benefici dell’olio essenziale si possono versare alcune gocce in un pediluvio a base di acqua calda e sale,
o nella vasca da bagno oppure si può utilizzare per massaggi, non deve essere utilizzato puro ma “deve essere diluito con un olio vegetale”.
——————————————————————————————————————————————–
ATTENZIONE: interagisce con i farmaci ad azione neuro stimolante, ansiolitici e psicofarmaci, esaltandone gli effetti e con farmaci che regolano le funzionalità di stomaco e intestino aumentandone l’effetto.
*Le informazioni riportate in questo articolo hanno carattere informativo, non sono pertanto da considerarsi prescrizioni mediche.
Rivolgersi al proprio medico di base prima di assumere qualsiasi rimedio naturale.
Fonte: portalebenessere