Archivi

Integratori alimentari naturali e salutari

Integratori alimentari naturali e salutari

Semi di Psillio

Integratori naturali e salutari

Glucomannano

Gomme e mucillagini aiutano a regolare i livelli di glucosio nel sangue, abbassano il colesterolo e aiutano a eliminare le tossine.
Si trovano nella farina di avena, nella crusca d’avena, nei semi di sesamo e nei fagioli essiccati.
Almeno uno dei seguenti elementi dovrebbe essere parte del pasto quotidiano

Crusca d’Avena e di Riso: aiuta ad abbassare il colesterolo.
E’ costituita dlla buccia dei semi di cereali macinati, separata dalla farina o dalla polpa.
Aerobic Bulk Cleanse (ABC): un’eccellente fibra che contiene gusci di seme di Psillio, liquirizia e ibisco (erbe).
Aggiungetela a una composizione di metà succo di aloe vera e metà di succo di frutta.
Assicuratevi di prenderlo a stomaco vuoto al mattino.
Mescolate bene e bevetelo velocemente in modo da non farlo ispessire.
Questa bevanda terapeutica aiuta nella guarigione e nella depurazione del colon.
E’ eccellente per diarrea e stipsi.
Glucomannano: deriva dal tubero della pianta Amorphophallus konjak, e cattura ed elimina il grasso dalla parete del colon.
Questa sostanza è ottima per i diabetici e per gli obesi poiché mobilizza il grasso.
E’ stata riscontrata la sua efficacia nella normalizzazione degli zuccheri nel sangue ed è ottimo per gli ipoglicemici.
Il glucomannano si espande , aiutando così a frenare l’appetito.
Prendete da 2 a 3 pastiglie con un grande bicchiere d’acqua mezz’ora prima dei pasti: aiuterà a ridurre le reazioni allergiche e alcuni sintomi associati a disturbi del livello di zuccheri nel sangue.
Il glucomannano è inodore e insapore, e può essere aggiunto agli alimenti per aiutare a normalizzare gli zuccheri nel sangue dopo i pasti.
Gomma guar: serve per bloccare l’appetito e viene usato per il diabete.
Ma non dovrebbe essere usata da coloro che sono stati sottoposti a interventi chirurgici gastrointestinali.

*Alcune persone con disturbi al colon potrebbero avere problemi con l’assunzione di Gomma guar.

Integratori naturali e salutari

Crusca

Questa radice ha anche capacità di ridurre il colesterolo, i trigliceridi e i livelli di lipoproteine a bassa densità.
Si lega alle sostanze tossiche e viene espulsa dall’organismo.
Semi di Psillio: buon digerente intestinale e ammorbidente delle feci, è una delle fibre più usate.
Si addensa molto rapidamente e deve essere consumato immediatamente.
Il composto per la pulizia del colon ABC contiene gusci di seme di psillio biondo, liquirizia e ibisco.
E’ meglio alternare i supplementi di fibre. Molte persone li scelgono il mais, il riso brillato, la fibra di mela, la pectina di mela, i semi di lino e l’agar-agar, tutti utili per rimuovere alcuni metalli tossici.
Anche le alghe sono utili e contribuiscono a tenere il peso sotto controllo.
Un’alimentazione corretta dovrebbe contenere fibre.
Aggiungete questi alimenti alla dieta: semi di cereali integrali e farina integrale, riso brillato, tutti i tipi di crusca, albicocche, prugne secche, mele, frutta, noci semi, fagioli, lenticchie, piselli e vegetali.
I lassativi danno dipendenza e irritano il colon. Una depurazione intestinale periodica e una dieta liquida per un periodo di 3 giorni aiutano a mantenersi in buona salute. I diabetici non dovrebbero digiunare assumendo solo liquidi, ma possono trarre beneficio da una dieta di alimenti crudi.
Fibra ed esercizio fisico devono far parte del programma finalizzato alla perdita di peso. Individuate il tipo di fibra migliore per il vostro organismo. Un quarto di tazza di succo di aloe vera, aggiunto al succo mattutino e prima di coricarsi, fa miracoli.
Anche il pop-corn non salato e non imburrato è eccellente per aggiungere fibra alla dieta.
Un’eccessiva quantità di fibre può diminuire l’assimilazione di zinco, ferro e calcio.
E’ consigliabile prendere le fibre separatamente da altri minerali e vitamine.
Fonte: best5.it

Una tisana per eliminare il gonfiore addominale.

Una tisana per eliminare il gonfiore addominale

  Una tisana per eliminare il gonfiore addominale. Quando si soffre di gonfiore di stomaco, un buon rimedio naturale è una tisana con due ingredienti salutari e dal buon gusto: anice stellato e semi di finocchio.

Il gonfiore addominale è un problema soprattutto per le donne, causato da una serie di fattori, che vanno dall’alimentazione sregolata, al ciclo mestruale, allo stress o altro.

Una persona su tre soffre questo disagio.

Il gonfiore ha poco a che vedere con la pienezza che si avverte dopo aver mangiato troppo, e spesso costringe chi ne soffre a ricorrere a farmaci o a consulti medici.

La causa di questo stato è un’eccessiva presenza di gas nell’apparato gastro-intestinale.

Esso infatti è “abitato” da batteri e lieviti, che producono giornalmente un mix di gas come sottoprodotto della digestione di alcuni alimenti come i carboidrati.

Nella nostra pancia ogni giorno passano da 0.5 a 1.5 litri di gas.

In casi normali questi gas vengono espulsi, se questo non avviene ecco che il nostro addome si tende e gonfia per questo motivo.

Per attenuare questo fenomeno una buona e vecchia tisana può essere di aiuto a chiunque, grazie alle proprietà quasi “terapeutiche” dei suoi ingredienti: anice stellato e semi di finoc

L’anice stellato è il frutto di un albero tropicale sempreverde (Illicium verum). Il suo nome deriva dalla sua forma, a stella appunto, con 8 o 12 punte,

che viene usato in cucina come spezia.

Ha anche proprietà antidiarroiche e stomachiche.

E’ spesso usato in casi di difficoltà di digestione, di vomito o aerofagia.

Durante l’allattamento riduce anche le coliche nei bambini.

Hanno proprietà diuretiche, antinfiammatorie e sono indicati anche per il gonfiore addominale negli adulti.

Ingredienti :

2/3 frutti di anice stellato
1 cucchiaino di semi di finocchio
miele o zucchero di canna integrale

Preparazione:

In un colino da tè preparare i semi, in un pentolino far bollire dell’acqua con l’anice, e aggiungere i semi, tenendo tutto in infusione per qualche minuto.

Per ottenere un effetto rilassante potete aggiungere della melissa (rami, foglie e fiori essiccati si trovano in vendita in erboristeria)

Versate la tisana ancora molto calda in una tazza e gustatela a piacimento.

Le tisane sgonfianti aiutano a ritrovare la linea e il buonumore.

Fonte: vitadamamma

I Semi da cui ricaviamo gli “antiossidanti”

semi di girasole

Semi di Girasole

semi di zucca

Semi di Zucca

semi di sesamo

Semi di Sesamo

I semi da cui ricaviamo gli antiossidanti.

I semi di Girasole :

I semi di Girasole hanno molti sali minerali, tra cui potassio, magnesio, fosforo, ferro, zinco; vitamine del gruppo B, D,E.

Inoltre sono presenti lecitina, antiossidanti utili per il cervello e tracce di betacaroteni antiossidanti.

I semi di Zucca :

Ricchi di sali minerali, tra cui spicca il ferro (8,9 mg), lo zinco e il fosforo, di cucurbitina che svolge un’efficace azione vermifuga.

I semi di Zucca rafforzano anche il sistema immunitario, riducendo i livelli di colesterolo cattivo e sono una fonte di acidi grassi essenziali Omega3,

utili per il cuore e il cervello e la salute di pelle e capelli.

Si consiglia portarsene sempre in giro una manciata, come snack naturale, è molto salutare.

I semi di Sesamo :

I semi di Sesamo contengono fibre alimentari utili per l’intestino, vitamine del gruppo B che proteggono il sistema nervoso e migliorano l’umore, calcio ben 815 mg/100g) utile per le ossa,

la cui assimilazione è favorita dal contenuto di magnesio; sono inoltre presenti fosforo, silicio, ferro.

Molto energetici, combattono l’acidità di stomaco, sono indicati per la salute di unghie e capelli, aiutano la memoria e le facoltà intellettuali.

I semi di Sesamo si usano per insaporire pane, torte e biscotti.

Fonte: curenaturali

Olio essenziale di Neem e i suoi benefici.

olio di Neem1

L’olio di Neem presenta proprietà antivirali, antibatteriche, antiparassitarie, antisettiche e antifungine, che rendono il suo

utilizzo adatto non soltanto per la cura della nostra salute e della nostra bellezza, ma anche per la salvaguardia di piante ed animali dagli attacchi

da parte dei parassiti. Meglio se è Biologico.

Può essere presente all’interno di preparazioni erboristiche e di cosmetici naturali come dentifrici, saponi e creme per la pelle .

Ha un odoro piuttosto pungente e risultare poco gradito e nei casi in cui sia strettamente necessario tale problema

può essere risolto addizionandolo con degli oli essenziali profumati e che presentino proprietà adatte al disturbo che si

desidera curare o prevenire.

L’olio di Neem è adatto ad essere applicato sulla nostra pelle sia per massaggi che per trattamenti locali in caso di pelle secca, per via delle sue proprietà idratanti.

Il suo contenuto di vitamina E e di acidi grassi essenziali lo rendono inoltre adatto alla preparazione di creme per il viso e per il corpo dal potere antiossidante e antietà.

Attualmente stanno studiando le proprietà che gli antichi avevano già individuato relativamente all’olio di Neem e che hanno confermato anche la capacità di favorire l’attività del sistema

immunitario e di combattere infezioni virali, batteriche o fungine.

L’olio di Neem è molto potente e concentrato e per la sua applicazione sulla pelle può essere aggiunto con poche gocce, in creme naturali di base o in oli vegetali più delicati, come l’olio

di semi di girasole o di jojoba.

Il suo costo è davvero basso,quindi vale la pena comprarlo e tenerlo in casa per le nostre esigenze.

Fonte:erbabiologica

Le straordinarie proprietà dei “Semi di Chia”

I semi di Chia presentano proprietà nutrizionali da non sottovalutare.

A stupire è soprattutto il loro contenuto di calcio e la presenza particolarmente bilanciata all’interno di essi, di acidi grassi essenziali omega3 e omega6.

La Chia o Salvia Hispanica cresce spontaneamente in Messico ed in Bolivia e la raccolta dei suoi semi è spesso riservata a realtà coinvolte nei circuiti del commercio equo e solidale.

L’introduzione in Europa della Chia avvenne tramite i conquistadores, ma nonostante potesse crescere facilmente sotto il sole spagnolo, fu presto dimenticata, a favore di altri alimenti scoperti nelle Americhe.

Il contenuto di calcio rende i semi di Chia una delle fonti vegetali principali di tale minerale, come i semi di sesamo.

I semi di Chia presentano un contenuto di calcio pari a 600 milligrammi per ogni porzione da 100 grammi ed è considerato di 5 volte superiore a quello del latte

Contengono acidi grassi essenziali omega3 per il 20% del loro peso, una caratteristica che li rende affini ai semi di lino e all’olio di lino, altre importantissime fonti vegetali degli stessi.

Anche il loro apporto di vitamina C, ferro e potassio è sorprendente.

Essi presentano un contenuto di vitamina C (5,4 milligrammi ogni 100 grammi) di 7 volte superiore rispetto a quello delle arance, un contenuto di potassio (809,15 milligrammi ogni 100 grammi)

doppio rispetto alle banane e una presenza di ferro (9,9 milligrammi ogni 100 grammi) tripla rispetto agli spinaci.

Non dobbiamo inoltre sottovalutare la presenza di altri minerali come il selenio, lo zinco ed il magnesio,oltre che il loro contenuto vitaminico che prevede vitamina A, E e B6 oltre alla già citata vitamina C .

Sono naturalmente ricchi di aminoacidi necessari per la formazione delle proteine da parte dell’organismo, sono antiossidanti proporzionalmente 4 volte superiore rispetto ai mirtilli.

I semi di Chia sono ritenuti in grado di svolgere un’azione di controllo del livello degli zuccheri nel sangue, contribuendo ad arginare l’aumento di peso.

Sono inoltre considerati benefici per l’apparato cardiovascolare per quanto riguarda la prevenzione delle malattie ad esso legate.

Il loro contenuto di aminoacidi, di vitamine e di sali minerali contribuisce a regalare all’organismo un ottimo livello di energia.

Coloro che soffrono di pressione alta potrebbero trovare giovamento aggiungendo i semi di Chia alla loro alimentazione, poiché essi sono considerati in grado di contribuire alla regolazione della pressione sanguigna.

Sono adatti a quelli che desiderano perdere peso, poiché sono in grado di fornire nutrienti essenziali ed energia , senza che l’organismo richieda di assumere grandi quantità di altri alimenti .

La loro assunzione è utile in quei soggetti che necessitano di tenere sotto controllo i livelli del colesterolo nel sangue, e in alcuni casi giunge un abbassamento.

Questi semi non contengono glutine e la loro assunzione è quindi possibile anche a coloro che sono intolleranti o che soffrono di celiachia .

Il contenuto calorico, i semi di Chia sono di 70 calorie ogni 15 grammi di prodotto, che apporta contemporaneamente circa 3 grammi di proteine e 7 grammi di carboidrati, oltre agli acidi grassi ed ai sali minerali già elencati.

I semi di Chia non contengono colesterolo né zuccheri semplici.

Consigli d’uso : 15 grammi al giorno, da assumere al naturale, nello yogurt, nell’insalata o insieme alla mucillagine che producono dopo essere stati a bagno in acqua.

Fonte: l’erboristeriavarvara

*Gli Argomenti sono di natura generale, a scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico abilitato. *