Passiflora: proprietà ,benefici e controindicazioni


Passiflora : proprietà ,benefici e controindicazioni

Le virtù benefiche della passiflora sono varie e ancora poco note,
invece si tratta di una pianta le cui proprietà si rivelano importanti ed efficaci soprattutto per alcuni disturbi .
Alla passiflora sono state attribuite le capacità di ridurre l’irrequietezza e contrastare l’insonnia .
Tali capacità sono dovute in massima parte alla presenza dei flavonoidi (attività sedativa),
presenti nelle parti aeree della pianta, e degli alcaloidi (attività spasmolitica).
Grazie all’azione di questi composti, la passiflora è in grado di stimolare un sonno fisiologico senza risvegli notturni,
né senso di intorpidimento mattutino, anche se l’esatto meccanismo con cui ciò avviene non è ancora stato chiarito del tutto.
Le proprietà benefiche della passiflora:
è sedativa ed ansiolitica, contro ansia, stress e angoscia;

calmante, utile in caso di nevrosi isterica, fobica, ossessiva e post traumatica.
E’ un buon rimedio naturale contro il colon irritabile;
placa gli attacchi di tosse;
è anti-spamodica, agisce sulla muscolatura liscia, utile in caso di dolori all’addome;
analgesica, utilizzata soprattutto contro i dolori del ciclo mestruale;
cardiotonica, previene gli infarti;
è efficace contro i disturbi della menopausa (nervosismo, irritabilità, depressione, tachicardia, dispnea, vampate di calore);
antinfiammatoria;
può essere un buon  rimedio contro le affezioni respiratorie;
antitumorale, specie per la prevenzione del tumore alla prostata;
calma la fame nervosa.
In definitiva possiamo dire che la passiflora ha proprietà simili a quelle delle benzodiazepine poiché regola l’umore,
controlla il rilascio del cortisolo ed interviene sui disturbi del sonno con un effetto meno forte .
Può essere usata anche per uso esterno per trattare le emorroidi e per effettuare bagni contro l’agitazione nervosa.

Passiflora: controindicazioni ed effetti collaterali

*La passiflora non deve essere assunta in contemporaneamente a psicofarmaci, anticoagulanti, barbiturici, antidepressivi, sedativi e sonniferi.
*Può scatenare reazioni allergiche nei soggetti ipersensibili.
*Se si assumono dosi massicce possono presentarsi i seguenti effetti collaterali: panico, ansia, insonnia, mal di testa, nausea, vertigini,
vomito, problemi di coordinazione, sonnolenza, battito cardiaco irregolare, e per allucinazioni.
*Non assumere passiflora prima di mettersi al volante.
*Non somministrare ai bambini al di sotto dei 12 anni di età.
*Non assumere in caso di gravidanza, può provocare contrazioni uterine, e durante l’ allattamento.
*Non assumere in concomitanza con bevande alcoliche o contenenti caffeina.
*Prima di farne uso chiedere consigli al proprio medico curante.
*IMPORTANTE: le informazioni riportate in questo articolo sono a puro scopo informativo e non sono pertanto da considerarsi prescrizione medica.

Fonte: mypersonaltrainer