Raju,l’elefante che piange di gioia dopo essere stato liberato dalle catene dopo 50 anni.

Raju,l'elefante che piange di gioia dopo essere stato liberato dalle catene dopo 50 anni.Raju,l'elefante che piange di gioia dopo essere stato liberato dalle catene dopo 50 anni.

Raju,l’elefante che piange di gioia dopo essere stato liberato dalle catene dopo 50 anni.

La commovente storia dell’anziano elefante e del suo viaggio verso la libertà è stata documentata da Wildlife Sos, associazione che ha sede in India e a Londra, con fotografie e filmati pubblicate sul suo website e ampiamente riprese dalla stampa anglosassone.

Secondo gli esperti, Raju era stato addestrato fin da quando era un piccolo a mendicare, raccogliendo con la proboscide le monetine dei turisti, e quindi costretto dai vari proprietari a vagare per le strade mangiando quello che trovava e con pesanti catene uncinate per rallentare i movimenti.
Raju, in catene da 50 anni e usato dal suo proprietario per mendicare nelle strade del nord dell’India, è stato liberato e grazie all’intervento di una organizzazione di difesa degli animali.
L’elefante si chiama Raju, è stato portato tre giorni fa in una riserva naturale vicino a New Delhi dove è curato dai veterinari con una dieta ricostituente a base di frutta e con speciali trattamenti contro le piaghe.
Da diverso tempo era stato notato, in scioccanti condizioni fisiche per le ferite e la denutrizione, dai volontari di Wildlife Sos India, ma c’è voluto tempo per completare tutte le pratiche burocratiche e ottenere il via libera da un tribunale.

Opponendo una resistenza alla sua liberazione, il `mahut´ (padrone) gli aveva messo altre catene per impedire che camminasse.
Un un team di attivisti, nella notte, è riuscito a convincerlo a salire su un camion e dopo avergli somministrato dei sedativi lo ha portato nella sua nuova dimora.
Durante un’operazione notturna, i soccorritori hanno portato via l’elefante da una fattoria dove era stato ripetutamente picchiato.

Secondo quanto hanno riferito gli agenti, Raju, sottratto da cucciolo dalla madre, negli ultimi 50 anni ha avuto 27 proprietari che lo hanno usato per chiedere l’elemosina.
Pooja Binepal della squadra di soccorso Wildlife SOS-UK ha detto: “Raju era in catene 24 ore al giorno, un atto di crudeltà intollerabile.
Il team è rimasto pieno di stupore quando ha visto le lacrime durante il salvataggio.
E’ stato incredibilmente emozionante. Sapevamo nei nostri cuori che si era reso conto di essere finalmente libero.”
I soccorritori della Wilflife SOS-UK hanno agito dopo l’arrivo di una segnalazione, risalente all’anno scorso, da parte del Dipartimento Forestale dell’Utter Pradesh.
Fonte:Web