Archivio tag | Formiche

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Geranio

olio  essenziale genericoProprietà e benefici dell'olio essenziale di Geranio

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Geranio

In aromaterapia l’olio essenziale di Geranio viene utilizzato in caso di acne, ansia, depressione, stress, insonnia e mal di gola.

L’olio essenziale di Geranio ha proprietà antibatteriche, antidepressive, antinfiammatorie, antisettiche, astringenti, diuretiche, repellenti e toniche.

Ciò lo rende adatto all’impiego per numerose problematiche legate alla salute e al benessere.

Viene utilizzato anche per favorire la stabilità emotiva, per alleviare i dolori grazie alle sue proprietà antidolorifiche, per stimolare la guarigione di ustioni

e ferite grazie alle sue proprietà cicatrizzanti, er migliorare l’umore e per ridurre l’infiammazione.

E’ un tonico e un antinfiammatorio naturale.

Viene impiegato come repellente naturale per gli insetti da diffondere negli ambienti o da applicare sulla pelle, meglio se diluito in un olio vegetale di base.

Le proprietà antibatteriche e antimicrobiche dell’olio essenziale di geranio aiutano a prevenire lo sviluppo di batteri e germi nelle ferite.

Le sue proprietà cicatrizzanti aiutano nella guarigione.

Ha anche proprietà diuretiche e contribuisce ad aiutare l’organismo ad eliminare le tossine e i liquidi in eccesso.

E’ un anti-zanzare naturale

I fiori di geranio sul balcone e sul davanzale aiutano ad allontanare le zanzare. Per tenerle lontane dalle stanze della vostra casa usatelo nel bruciaessenze.

Versate un po’ d’acqua nella vaschetta del brucia-essenze a candela insieme a una goccia di olio essenziale di geranio per ogni metro quadro della stanza.

L’olio essenziale di geranio, meglio se diluito in un olio vegetale di base come l’olio di mandorle dolci, di sesamo o di riso,

è un repellente naturale per le zanzare che sostituisce i comuni prodotti in commercio da usare sulla pelle.

Allontana le formiche

Se le formiche hanno fatto il loro ingresso in casa e sono diventate un problema, il suggerimento è di versare un paio di gocce di olio essenziale

di Geranio su un batuffolo di cotone e di posizionarlo nei punti critici così da scoraggiarle e allontanarle in modo naturale.

Se volete profumare le stanze della vostra casa, in alternativa ai deodoranti per ambienti, e allo stesso tempo purificare l’aria, ecco che l’olio essenziale di geranio è quello che ci vuole.

E’ un buon anti-age , quindi possiamo aggiungere una sola goccia di olio essenziale di Geranio alla crema idratante che utilizziamo di solito

per il viso oppure acquistare un prodotto specifico antirughe a base di olio essenziale di Geranio.

L’olio essenziale di Geranio viene spesso consigliato alle donne per migliorare la circolazione, soprattutto nella zona delle gambe e delle caviglie.

E’ utile per eseguire dei massaggi a livello delle gambe per riattivare la circolazione e ritarda la ricrescita dei peli dopo una ceretta.

Basta aggiungere poche gocce di olio essenziale alla nostra crema o alla lozione per il corpo e massaggiando dal basso verso l’alto.

Come l’olio essenziale di Lavanda, anche l’olio essenziale di Geranio contribuisce a favorire il sonno e il relax.

E’ sufficiente applicare qualche goccia su un fazzoletto appoggiato sul vostro comodino o da tenere vicino al cuscino,

oppure fare un massaggio al collo e alle spalle prima di andare a dormire.

L’olio essenziale di geranio viene utilizzato in aromaterapia come antistress naturale. Potrete sceglierlo come rimedio quando vi sentite stressati in casa, in ufficio o durante i viaggi.

Usate un diffusore di oli essenziali per ambienti o per auto.

PRECAUZIONI
Non utilizzare l’olio essenziale di geranio durante la gravidanza e su bambini di età inferiore ai tre anni, non prima di aver parlato con un esperto.

Gli oli essenziali sono rimedi naturali molto utili ma anche molto potenti e vanno impiegati con cautela.

E’ consigliabile non applicare mai oli essenziali puri sulla pelle sensibile e soggetta ad allergie.

Fonte: bolsademulher.com

Allontanare le formiche con metodi naturali.

Allontanare le formiche con metodi naturali.

Allontanare le formiche con metodi naturali.

Capita a tutti, prima poi, di avere a che fare con le formiche, coinquiline indesiderate.

E quando capita di ritrovarsele in casa, è necessario allontanarle, possibilmente in modo naturale, senza ricorrere a pesticidi, attuando alcune strategie e affidandosi a prodotti alla portata di tutti.

Dato che questi insetti non sono solo fortissimi (possono trasportare un carico di 15-20 volte superiore al loro peso), ma sono anche molto astuti, per allontanarli risulta fondamentale conoscerli e individuarne i punti deboli.

Le formiche appartengono ad una tra le più numerose famiglie di insetti che popolano tutte le terre emerse ad eccezione dell’Antartide.

Cugine delle vespe, da cui derivano, sono insetti socialmente organizzati con straordinarie capacità di comunicazione e cooperazione.

In generale le formiche sono attratte dai cibi dolci e ne individuano la posizione seguendo la traccia odorosa, grazie a uno sviluppatissimo senso dell’olfatto.

Quando trovano il cibo di cui sono ghiotte, informano il resto del gruppo della sua posizione attraverso un complesso linguaggio chimico.

Le tracce odorose lasciate lungo il cammino verranno percepite e seguite fedelmente dalle formiche operaie dando inizio alla spedizione.

Attraverso l’“antennazione”, che avviene quando due individui incrociandosi si toccano reciprocamente le antenne, si innesca un ulteriore passaggio di informazioni utili al loro orientamento.

Ma dato che in casa nostra non sono deisiderate, si suggeriscono alcuni metodi che possono rivelarsi utili.

Come sempre è indispensabile prevenire.

Quindi in casa, soprattutto alla comparsa dei primi caldi, è importante non lasciare scarti di cibo, soprattutto se dolce, alla portata delle formiche e mantenere le superfici pulite, in

questo modo l’ambiente domestico apparirà loro poco interessante.

Nell’orto o nei vasi è bene prevenire le infestazioni di afidi, ad esempio utilizzando il macerato di ortica, controllarne costantemente la presenza sulle piante coltivate e, qualora si

rilevasse, contrastarla tempestivamente per evitare il formarsi di rapporti di reciproco

interesse con le formiche.

Un aiuto in più può arrivare anche da alcune piante che, per la loro natura aromatica, possono fungere da repellenti se avvertite dal fine olfatto delle formiche.

È il caso della menta, del tanaceto, della maggiorana, dell’assenzio, della lavanda o del peperoncino (in questo caso si usa la polvere) che con il loro odore pungente possono contribuire a

rendere poco accattivanti terrazzi e orti domestici.

Un altro rimedio “naturale”, soprattutto se nella nostra casa vivono degli animali, è il borotalco. E’ sufficiente spargerlo negli angoli della casa o del giardino.

Fonte: web