Archivio tag | Mal di tenti

Pepe di Sichuan

Il Fiore di Pepe o Pepe di Sichuan

Pepe di Sichuan

Usato in Oriente come spezia, il Pepe di Sichuan è una pianta che vanta anche proprietà farmacologiche.
Si tratta di una pianta perenne originaria della Cina .

Lo Sichuan è appunto una regione della nazione dove viene utilizzata da millenni per la sua azione anti-pruriginosa e antidolorifica a livello cutaneo, ma anche per la sua attività contro gli spasmi dolorosi intestinali e contro i dolori dentari (la specie vegetale viene definita anche “albero del mal di denti”).

I suoi frutti sono molto usati come spezia nella cucina cinese e giapponese per ridurre le proprietà irritanti di alcuni alimenti. Si tratta anche di una delle poche spezie usate dalla cucina tibetana, che per l’ambiente ostile non ha grande disponibilità di vegetali o spezie edibili.

Il nome pepe è dovuto al fatto che la bacca può ricordare una bacca di pepe nero, ma tra le due spezie non c’è correlazione.
Nella medicina tradizionale, l’estratto oleoso è usato per lenire prurito e mal di denti e numerosi sono anche gli utilizzi cosmetici di Zanthoxylum.

Inoltre, sulla base dell’attività insetticida di alcuni oli essenziali estratti dai semi di alcune piante del genere Zanthoxylum, la ricerca è attualmente focalizzata anche sullo sviluppo di nuovi agenti utili al controllo di vettori ,zanzare tra cui anche varie specie di Anopheles , sulla base di composti chimici bioattivi isolati da piante medicinali indigene, in alternativa a larvicidi chimici.

Pepe di Sichuan
Infine, per quanto riguarda il sapore, quello del Pepe di Sichuan è a dir poco particolare: non è pungente come il pepe nero o il peperoncino ma, dopo il piccante, presenta un leggero aroma di limone e lascia in bocca un leggero intorpidimento, causato da alcune alchilamidi in esso contenute.

A differenza del vero pepe i semi interni vengono scartati e si usano solo i gusci che li contengono; i quali di solito vengono tostati e macinati appena prima del loro utilizzo e generalmente vengono aggiunti all’ultimo momento a fuoco spento. Alcuni chef italiani usano il pepe di Sichuan per i dessert, soprattutto a base di frutti rossi.

Per fare un condimento saporito si fanno tostare in una padella asciutta due cucchiai di pepe di sichuan, tre di sale marino e uno di pepe bianco in grani , sino a che il pepe di Sichuan fuma.
Si macina quindi il tutto grossolanamente e si usa per insaporire.

Il gusto delle bacche è deciso, speziato e legnoso .

Può trovarsi sui mercati anche, a seconda del paese di provenienza, con altri nomi: pepe cinese, pepe giapponese o sansho, fiore di pepe,pepe nepalese, pepe-limone indonesiano.

Fonte: web