Crea sito

Tortino al cioccolato a forma di cuore

Tortino al cioccolato a forma ci cuore

Segui i passaggi di questa semplice ricetta e in poco tempo otterrai una dolcissima torta a forma di cuore.

Potrai prepararla per San Valentino e per altre mille occasioni.

Per dare un aspetto diverso, basterà cambiare la forma del tuo stampo o teglia.

Se lo  stampo è aperto da tutti e due i lati, basterà appoggiarlo su un foglio di carta da forno.

Presta attenzione ai materiali che usi, potrebbero variare i tempi di cottura!

Consiglio di fare un controllo della cottura, con il classico stuzzicadenti.

Buon San Valentino!

L’immagina è stata reperita da Google

Marcy

La torta dei 12 cucchiai.

torta dei 12 cucchiai
INGREDIENTI:
12 cucchiai di farina -12 cucchiai di zucchero- 12 cucchiai di acqua, latte o succo di frutta -12 cucchiai di olio di semi- 3 uova
Buccia grattugiata di 1 limone-
1 bustina di zucchero vanigliato-
1 bustina di lievito vanigliato-
Burro (quanto basta per ungere la teglia)-
Zucchero a velo (quanto basta per guarnirla alla fine)

PREPARAZIONE:

-Montate lo zucchero con le uova intere e poi aggiungete la buccia del limone e la bustina di zucchero vanigliato
-Aggiungete l’olio di semi, la farina e l’acqua o latte o i succhi di frutta che avete scelto e mescolate fino all’ottenimento di un composto perfettamente omogeneo -Aggiungete anche una bustina di lievito vanigliato facendo in modo che si sciolga perfettamente -Accendete il forno a una temperatura di 180 gradi ed ungete e infarinate uno stampo possibilmente a cerniera. In alternativa potete adoperare quello in silicone -Versate il composto nella teglia e infornate per circa 45 minuti o comunque fino a quando la superficie del vostro dolce non avrà assunto un colore nocciola.
-Per controllare che il dolce sia cotto potete effettuare la prova dello stecchino.
-Farcire a piacere con crema pasticcera o cioccolato fuso.

Fonte: web

Zucchero e dolcificanti, perchè evitarli.

Zucchero e dolcificanti, perchè evitarli.

Zucchero e dolcificanti, perchè evitarli.

Lo zucchero peraltro non è pericoloso solo nell’overdose (la fetta di torta alla crema dopo un pasto). Infatti, come per ogni sostanza psicoattiva assunta e non sintetizzata in proprio, la sua pericolosità si esercita nell’uso quotidiano, nella cronicizzazione. Occorrerebbe prima di tutto rieducare se stessi al gusto naturale del dolce, quello presente in abbondanza e in equilibrio armonico in natura.
In particolare con i bambini, lo zucchero dovrebbe essere evitato.
DOLCIFICANTI ARTIFICIALI
Ottenuti per sintesi chimica, non si ritrovano in natura. Hanno un valore nutritivo praticamente nullo. In Italia l’uso dei dolcificanti sintetici e’ consentito solo per i prodotti dietetici autorizzati dal Ministero della Sanita’. Tranne l’aspartame, tutti i dolcificanti artificiali, compreso l’ultimo nato, l’acesulfame-K, vanno a toccare i delicati meccanismi di controllo dell’insulina, causando un aumento della sua produzione .
CERCHIAMO DI DOLCIFICARE I NOSTRI CIBI CON LO ZUCCHERO DI CANNA, CON IL MIELE, CON LA STEVIA, CON IL SUCCO DI AGAVE, CON ZUCCHERO DI COCCO O SALE ROSA DELL’HIMALAIA

error: Content is protected !!