Archivi

Voglio raccontare di noi donne

Voglio raccontare di noi donne, di quelle che in silenzio sono assetate d’amore, di quelle che hanno paura dei loro destini,
donne dagli occhi chiari che vengono da lontano, imprigionate alla vita di uomini pieni di pregiudizi.
Vedo i loro visi , volti verso il cielo alla ricerca della loro stella, quando piangono sconfitte,
quando sognano attraverso gli occhi dei figli, che aspettano sempre giorni migliori che non arrivano mai.
Noi donne che amiamo l’amore inseguendo la sorte dei nostri uomini. Siamo noi che ritroviamo le strade,
per inventarci la vita. Siamo noi che ci lasciamo accarezzare da quello che crediamo amore,
regalando al cuore più duro la gioia d’un sorriso. Non ci fermeremo mai perchè sappiamo sognare e crediamo che il mondo ha bisogno di noi.
Un fiore a tutte le donne, amiche, sorelle madri abbracciate al passato,
guardiamo avanti nel tempo…con occhi che rispecchiano il cielo.
-Mirella Narducci-
Fonte: web

Questa voce è stata pubblicata il 19 marzo 2017, in Aforismi, Donne.

Cosa devo fare se ho i capelli elettrici


Cosa devo fare se ho i capelli elettrici
EVITARE:

L’uso di pettini o spazzole di plastica: le fibre sintetiche farebbero aumentare la carica elettrica dei capelli. Attenzione anche alle fibre di maglioni, sciarpe e cappelli.

L’eccessivo sfregamento è tra le cause principali dell’elettricità dei capelli: non strofinare troppo il cuoio capelluto mentre fai lo shampoo e, dopo, non frizionare troppo energicamente i capelli; per togliere l’eccesso di acqua, è sufficiente tamponarli.

Il calore aumenta l’elettrostaticità, quindi meglio evitare di lavare i capelli con acqua bollente e non esagerare con la temperatura del phon.

Per gli stessi motivi dei punti precedenti, anche la piastra è da evitare in quanto fonte di calore oltre che di sfregamento. Se vuoi usarla comunque per stirare i capelli, imposta la temperatura più bassa e non fare troppi passaggi sulla stessa ciocca.

Può forse sembrare strano ma utilizzare un asciugamano in microfibra per tamponare i capelli dopo averli lavati è un altro metodo per prevenire l’elettricità nei capelli.

5 COSE DA FARE

1) Prediligi pettini in legno e spazzole con setole naturali: agiscono distribuendo il sebo tra i capelli, che blocca l’umidità e previene una buona dose di elettricità.

2 )Mantieni i capelli ben idratati, dall’interno facendo attenzione alla dieta, e dall’esterno con gli oli naturali e applicando un prodotto termo protettore prima di fare la piega.

3 )Scegli un phon con getto di ioni, sostanze che idratano il capello e richiudono le cuticole, rendendole meno sensibili ai fattori esterni come l’aria fredda e secca o l’umidità.

4) Dopo aver fatto la piega, anche uno spruzzo di lacca aiuta a richiudere le squame delle fibre capillari. Per un effetto più naturale, spruzza la lacca sul pettine o sulla spazzola e passala sulle lunghezze.

5) In alternativa, va benissimo anche della comunissima crema idratante. Dopo aver spalmato la crema sulle mani fino a completo assorbimento, accarezzare i capelli ridurrà l’effetto elettrico senza appesantirli.

Perché i capelli diventano elettrici?

Secondo le leggi della fisica, due oggetti con lo stesso tipo di carica elettrica si respingono. È quello che succede ai capelli: si respingono tra loro perché diventano tutti caricati positivamente per via della perdita di elettroni dovuta al contatto con strutture differenti.

Fonte: hairhadvisor

Io merito il meglio

Io merito il meglio
“Per tutto il tempo che ho impiegato a ritrovarmi, per tutto il tempo che mi è servito per rialzarmi e per tutto il tempo che ho perso per cercarmi, merito il meglio.
Per la costanza che ho avuto nel non mollare, per la costanza che ho messo nel non cedere e per la costanza che ho sentito nel tener fede ai miei pensieri e valori, merito il meglio.
Per le lacrime che ho lasciato scorrere di fronte ad occhi immeritevoli, per le lacrime trattenute per orgoglio e per tutte le lacrime che non ho reso, merito il meglio.
Per il dolore che ho provato quando il mio cuore ha dovuto fare i conti con le bugie, per il dolore che ho superato ogni qual volta l’anima mia andava in pezzi di fronte a gesti e parole ingiuste e per tutte le volte che quel dolore da sola, ho dovuto sconfiggerlo e affrontarlo, io merito il meglio.
Di Silvia Nelli
Fonte: tumblr

Questa voce è stata pubblicata il 22 febbraio 2017, in Aforismi, Donne.

Le belle donne hanno un profumo diverso

Le belle donne hanno un profumo diverso

Le “Belle Donne” hanno un profumo diverso. Loro hanno il profumo della dignità, una dignità che non sono state mai disposte a perdere per strada, per niente e per nessuno.
Profumano di forza e coraggio, quella forza che le ha tenute in piedi oltre i limiti e quel coraggio che le ha differenziate da quelle che si sono arrese alle circostanze.
Profumano di una dolcezza che in pochi sanno notare, quella dolcezza che non lascia scie di subdola femminilità, ma di concreto sentimento.
Le “Belle Donne” hanno un solo volto, pieno dei segni dell’esperienza.
Una sola anima piena di cicatrici, ognuna di esse è sigillata da una medaglia che ne testimonia la vittoria. Hanno un solo cuore ricco di valori e sentimenti inestimabili.
Le “Belle Donne” hanno una sola personalità, ma ricca di milioni di sfumature che meritano di essere ammirate tutte nei minimi dettagli.
di Silvia Nelli
Fonte: web

Questa voce è stata pubblicata il 4 febbraio 2017, in Aforismi, Donne.

Addio ad Anna Marchesini

Addio ad Anna Marchesini
È morta l’attrice Anna Marchesini. A dare l’annuncio su Facebook il fratello Gianni. “Prima che lo sappiate da quel tritacarne dell’informazione ,dice in un post , ci tengo a dirlo io. In questo momento è morta mia sorella Anna Marchesini. Grazie a tutti. Non sarò in grado di rispondervi”.
Anna, storica componente del Trio insieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez, era nata a Orvieto ed era malata da tempo di artrite reumatoide.
Aveva 63 anni.
Un breve video per ricordarla

Fonte: spettacoloecultura