Sono trascorsi 20 anni dalla morte di Lucio Battisti, stroncato da una malattia a 55 anni . Quando si pensa al cantante di Poggio Bustone (Rieti), vengono in mente due aspetti di non poca importanza: il suo carattere schivo e, soprattutto, il duetto con Mogol. Dalla personalità enigmatica, che talvolta... Continua »

È morto Burt Reynolds


È morto Burt Reynolds
L’attore aveva 82 anni.

Burt ha avuto un arresto cardiaco mentre si trovava a casa , in seguito è morto in ospedale in Florida.
Con lui c’era la famiglia.
Duro ma ironico, nella sua lunga carriera l’attore è stato protagonista di film indimenticabili come “Un tranquillo week-end di paura” . Woody Allen lo dirige in Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso (Ma non avete mai osato chiedere).
Nel 1974 veste i panni di un giocatore di football in Quella sporca ultima meta di Robert Aldrich.
Burton Leon Reynolds jr, questo il suo nome intero all’anagrafe, avrebbe dovuto davvero intraprendere la carriera sportiva: gioca a football.
E pensare che il suo primo sogno, quello da bambino, era di giocare a football, ma a causa di un incidente la sua carriera da atleta viene interrotta.
Nato a Lansing (Michigan) l’11 febbraio 1936, l’attore, regista e produttore statunitense di origini irlandesi e cherokee da parte di padre – al quale deve la sua pelle olivastra -, e’ stato uno dei piu’ grandi divi hollywoodiani che il mondo del cinema abbia mai conosciuto.
Fonte: web

Addio alla regina del soul Aretha Franklin


Addio alla regina del soul  Aretha Franklin
Si è spenta a Detroit circondata dai suoi cari. Aveva 76 anni
Nel 2010 si era ritirata dalle scene per motivi di salute: le era stato diagnosticato un cancro.
La cantante americana ha vinto 18 Grammy Awards ed è stata la prima donna a conquistare un posto nella Rock and Roll Hall of Fame.
La sua ultima esibizione risale al 2 novembre 2017 a Philadelphia.
Nel 2005 Franklin ha ricevuto la Presidential Medal of Freedom “il più alto riconoscimento per un civile americano”.
Il brano riproposto da migliaia di interpreti è Think

Aretha Franklin-Think and The Blues Brothers


Video tratto da YouTube

Fonte: web

Il conto

Il conto

Il conto.
Una sera, mentre la mamma preparava la cena, il figlio undicenne si presentò in cucina con un foglietto in mano.

Con aria stranamente ufficiale il bambino porse il pezzo di carta alla mamma, che si asciugò le mani col grembiule e lesse quanto vi era scritto:

“Per aver strappato le erbacce dal vialetto: Euro 5 …
Per avere ordinato la mia cameretta:Euro 10…
Per essere andato a comperare il latte: Euro 15…
Per aver badato alla sorellina (tre pomeriggi): Euro 15…
Per aver preso due volte ottimo a scuola: Euro 10…
Per aver portato fuori l’immondizia tutte le sere: Euro 8… “Totale: Euro 48”.

La mamma fissò il figlio negli occhi, teneramente.
La sua mente si affollò di ricordi.

Prese una biro e sul retro del foglietto scrisse:
“Per averti portato in grembo per 9 mesi: Euro 0…
Per tutte le notti passate a vegliarti quando eri ammalato: Euro 0…
Per tutte le volte che ti ho cullato quando eri triste: Euro 0…
Per tutte le volte che ho asciugato le tue lacrime: Euro 0…
Per tutto quello che ti ho insegnato, giorno dopo giorno: Euro 0…
Per tutte le colazioni, i pranzi, le merende, le cene e i panini che ti ho preparato: Euro 0…
Per la vita che ti do ogni giorno: Euro 0… “Totale: Euro 0”.
Quando ebbe terminato, sorridendo la mamma diede il foglietto al figlio.
Quando il bambino ebbe finito di leggere ciò che la mamma aveva scritto, due lacrimoni fecero capolino nei suoi occhi…

Girò il foglio e sul suo conto scrisse: “Pagato”.

Poi saltò al collo della madre e la sommerse di baci.

(B. Ferrero)

Fonte: web

La gattina che torna a casa dopo 62 giorni e 300 chilometri

La gattina che torna a casa dopo 62 giorni e 300 chilometri
Una bella storia degna di un film, con tanto di lieto fine.
Nello scorso mese di novembre i coniugi Jacob e Bonnie Richter, residenti in Florida, si erano recati a Daytona Beach per trascorrere qualche giorno di vacanza.
Insieme a loro anche Holly, l’amata gattina di 4 anni. Una notte però, Holly, forse spaventata dai fuochi d’artificio sparati sulla spiaggia, è scomparsa.
Per giorni la coppia l’ha cercata, fino a quando i due, mestamente, si sono rassegnati ad aver perso la loro piccola amica a 4 zampe.
E invece no. Holly : è tornato a West Palm Beach dopo ben 62 giorni, compiendo un viaggio di oltre 300 chilometri.
Hollie non batterà il record come il micio Vaino che, quattro anni fa, in Finlandia, tornò a casa percorrendo ben 800 chilometri.
La piccola Holly è stata ritrovata sabato scorso, sfinita e ridotta a pelle e ossa, nel giardino di un vicino di casa della famiglia Richter.
Barb Mazzola ha portato Holly presso un veterinario nella zona che, grazie al chip della gattina, è riuscita a risalire ai suoi padroni.
L’uomo ha raccontato: “Riusciva a malapena a camminare; non era più in grado di fare nemmeno un ‘miao’”.
Secondo quanto raccontato dalla Cnn, invece, Jacob e Bonnie sono scoppiati in lacrime quando hanno appreso del ritorno della loro Holly.
Forse resterò per sempre un mistero il come la gattina abbia fatto a ritrovare la via di casa.
Probabilmente la ragione è da ricercarsi nella ricerca olfattiva, ma anche in precisi riferimenti geografici che guida cani e gatti verso gli odori familiari.
Non è certo la prima volta che episodi del genere vengono raccontati.
Tanti sono i cani e i gatti che sono ritornati a casa dopo aver percorso centinaia di chilometri senza conoscere affatto i luoghi dai quali provenivano.
La scienza, a tutt’oggi, ancora non è riuscita a dare una spiegazione esauriente di tali fenomeni.
Fonte: web