Crea sito

Le proprietà della Selenite

Le proprietà della Selenite
La Selenite è una pietra che infonde pace ,perfetta per la meditazione.
Utile in in angolo della casa per creare uno spazio tranquillo, sicuro e per impedire l’accesso da influssi esterni negativi.
E’ indicata per le persone facilmente influenzabili o incapaci di affrontare gli altri sul piano dialettico, favorendo la propria individualità.
E’ un valido aiuto in caso di stanchezza mentale, difficoltà di concentrazione nello studio e nel lavoro, confusione mentale,
incapacità di riflettere prima di parlare, di agire e di avere il quadro completo della situazione, scarsa memoria.
Porta beneficio al sistema nervoso e agli organi di procreazione: è utile per affrontare disturbi del sistema nervoso legati ad una debolezza generale
o legati a problemi durante la gravidanza di natura psicosomatica, ad una mancanza di equilibrio psicofisico.
A livello emotivo permette di recuperare l’energia e l’equilibrio interiore dispersi a causa di un forte stress, proteggendo la nostra natura sensibile.
E’ di aiuto per affrontare le paure come quelle di non essere all’altezza della situazione, regolando l’impulsività e l’eccessiva emotività che impediscono di concretizzare i propri progetti.
Esalta il nostro intuito e la forza di volontà.
Permette di affrontare le difficoltà nel trasmettere agli altri le proprie emozioni e i propri sentimenti:
è considerabile la pietra dell’amore e della fortuna e per questo motivo può essere scambiata tra gli innamorati per favorire la riconciliazione.

IMPORTANTE:
Non mettetela a contatto con l’acqua perchè si scioglie !
Fonte: web

Aqua Aura e le sue vibrazioni

Aqua aura e le sue vibrazioni
Aqua Aura si crea quando ai Cristalli di Rocca o Quarzo Ialino viene infuso dell’oro.
Il trattamento avviene in una camera pressurizzata ad altissime temperature che condensano il metallo prezioso sulla superficie del cristallo di quarzo,
per formare con esso un legame permanente.

Combinando le vibrazioni del quarzo con l’oro, si crea una sintesi di vibrazioni uniche, molto alte ed intense.
E’ una pietra collegata all’elemento acqua ed aiuta a migliorare e ad elevare le proprie emozioni avvicinandoci allo Spirito
e può aiutare chi desidera diventare canali coscienti per la saggezza spirituale, permettendo quindi di aprire le vie di comunicazione con l’altra dimensione.
Aqua Aura è meravigliosa per la meditazione e il lavoro di guarigione, può essere utilizzata per attivare i chakra della gola, terzo occhio e corona.
Aqua Aura è particolarmente adatta per la guarigione a distanza, e può anche aiutare a proteggere contro gli attacchi psichici aumentando le vibrazioni a livelli più alti, più positivi.
Può essere utilizzata per calmare la rabbia e lo stress, aiuta ad allontanare la depressione e l’ansia, contribuisce a creare un alone di pace e benessere in noi ed intorno a noi.
Permette di rilasciare la negatività a livello emotivo, fisico, intellettuale e spirituale e la allontana inoltre dai corpi sottili ed energetici
dalle relazioni che il corpo instaura con le energie universali.
L’aqua aura riempie i buchi dell’aura e stimola tutti i chakra, potenzia le proprietà curative degli altri cristalli se utilizzati insieme,
tutto questo donando tranquillità e pace interiore.
Tenere in tasca una punta di aqua aura può aiutare quando si lavora sotto pressione o in un ambiente molto negativo.
Indossarla, invece, si dice aiuti a brillare con la propria bellezza interiore e serva ad attrarre ricchezza e successo, a portare avanti la conoscenza esoterica.
E’ una pietra di elevazione spirituale e può servire a contribuire ad aumentare la vibrazione dell’umanità.
Fonte: web

Crostata di ricotta light

Crostata di ricotta light
Ingredienti per l’impasto:
Farina 00 o Farina per dolci
3 uova
mezzo bicchiere di olio di oliva
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito
3 – 4 cucchiai di zucchero (va bene anche lo zucchero di canna)

Ingrediente principale:
500 g di ricotta di mucca ( la più magra )

Preparazione dell’ impasto:

Prendere 300 g di farina e la distribuire a fontana
Al centro mettere 3 – 4 albumi e rossi di uovo e sbattere le uova facendole diventare quasi una crema liquida.
Sempre al centro mettere mezzo bicchiere abbondante di olio di oliva e sbattere.
Aggiungere la busta di vanillina , il lievito e sbattere ancora.

In fine aggiungiamo 3 – 4 cucchiai di zucchero.
Impastare bene fino a far diventare l’impasto abbastanza morbido.

Preparazione della ricotta:

Mettere la ricotta di 500 g in un recipiente
2 – 3 uova
4 cucchiai di zucchero
amalgamare bene fino a far diventare morbido il composto.

Mettere un goccio di olio in una teglia , spennelliamo la teglia sulla base e lungo i bordi , poi mettiamo un velo di farina per non fare attaccare il composto.

Mettere una parte di impasto sulla teglia e distribuirlo bene.
Deve essere alto almeno mezzo cm, poi distribuire il composto della ricotta preparato precedentemente.
Più ricotta c’è, meglio è. Basta regolarsi con le dosi.

Preparare delle striscioline con una parte del composto da posizionare sia in verticale che in orizzontale.

Per rendere la crostata più croccante
spalmare con un pennello per alimenti un po’ di rosso d’uovo sulle strisce

Mettere la Crostata in forno a 150 gradi per 20
minuti (sopra e sotto); quando la crostata comincerà a colorire
impostare il forno a livello sotto sempre a 150 gradi e cuocere per altri 20 minuti.

Lasciare raffreddare e cospargere con zucchero a velo (facoltativo)

Ricetta di mia sorella Agata

L’addio de Le Iene a Nadia Toffa

L'addio de Le Iene a Nadia Toffa
E forse ora qualcuno potrebbe pensare che hai perso, ma chi ha vissuto come te, NON PERDE MAI.
Hai combattuto a testa alta, col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all’ultimo, fino a oggi.
D’altronde nella vita hai lottato sempre.
Hai lottato anche quando sei arrivata da noi, e forse è per questo che ci hai conquistati da subito. È stato un colpo di fulmine con te, Toffa.
È stato tanto facile piacersi, inevitabile innamorarsi, ed è proprio per questo che è così difficile lasciarsi.
Il destino, il karma, la sorte, la sfiga ha deciso di colpire proprio te, la NOSTRA Toffa, la più tosta di tutti, mentre qualcuno non credeva alla tua lotta, noi restavamo in silenzio e tu sorridevi.

Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattuto senza sosta… il cancro,
che fino a poco tempo fa tutti chiamavano timidamente “IL male incurabile” e che, anche grazie alla tua battaglia, adesso ha un nome proprio.
“Non bisogna vergognarsi di guardarlo in faccia e chiamarlo per nome il bastardo, – dicevi – che magari si spaventa un po’ se lo guardi fisso negli occhi”.

E dato che sei stata in grado di perdonare l’imperdonabile, cara Nadia, non ci resta che sperare con tutto il cuore che tu sia riuscita a perdonare anche noi,
che non siamo stati in grado di aiutarti quanto avremmo voluto.
Ed ecco le Iene che piangono la loro dolce guerriera, inermi davanti a tutto il dolore e alla consapevolezza che solo il tuo sorriso, Nadia, potrebbe consolarci,
solo la tua energia e la tua forza potrebbero farci tornare ad essere quelli di sempre.
Niente per noi sarà più come prima.

– Le Iene

Fonte: web

error: Content is protected !!