“Melissa” amica dell’umanità

Melissa amica dell'umanità

Melissa amica dell’umanità

La Melissa è una pianta erbacea spontanea, perenne e rustica, cresce facilmente dalla zona mediterranea a quella montana, in campagna, nei boschi, nei laghi freschi e ombrosi.
La Melissa officinalis, o Erba cedrina o Cedronella, è molto ricercata dalle api e per questo motivo prende il nome dal greco Mèlissa.
Viene comunemente chiamata anche Cedronella per il suo profumo simile al Limone.
E’ il più popolare anti-spasmodico al quale si ricorre nei momenti difficili della vita.
Ha eccellenti proprietà cicatrizzanti, astringenti, anti-microbiche.
Mediante frizioni è usata per sedare dolori reumatici e nevralgici.
I rametti di Melissa, se posti nell’armadio, allontana parassiti e profumano la biancheria.
Viene usata anche in cosmesi ( in molti tonici per la pelle) .
Viene utilizzata come digestivo (in infuso: 0,5 g in 100 ml di acqua); una o due tazzine dopo i pasti, all’occorrenza.
Nell’uso popolare la Melissa viene apprezzata come erba aromatica, le sue foglie fresche sono usate per insalate,minestre, carni, bibite,liquori e molto altro.
In erboristeria, i fiori essiccati vengono usati uniti ad altre piante aromatiche per preparare decotti o infusi che possono servire come cordiale o tonico.
*L’uso della Melissa è controindicato in persone con glaucoma, in quanto aumenta la pressione oculare.
Può interferire con l’azione tiroidea, per cui è sconsigliata l’assunzione in caso di ipotiroidismo o in caso di terapie a base di ormoni tiroidei.
La Melissa può anche interagire con i barbiturici e con il metabolismo.

Fonte: naturaliadomus