Archivi

Se hai bevuto, lascia guidare qualcun altro! Video da guardare assolutamente.

non guidare ubriaco

Facciamolo girare questo video, sopratutto tra i giovani, in modo che possano capire quanto sia importante mettersi alla guida senza bere.

L’attenzione,dopo aver bevuto, viene a mancare quasi subito, inoltre,chi ha bevuto troppo, spesso ha l’istinto di spingere sull’acceleratore.

Non solo mette a repentaglio la propria vita, ma anche quella degli altri.

L’alcool agisce su diverse funzioni cerebrali con effetti diversi e strettamente correlati alla quantità di alcool presente nel sangue, e alla persona che l’ha bevuto.

Oltre ai valori dell’alcolemia massima, entra in gioco la diversa sensibilità delle persone a quei valori, e soprattutto alla velocità con la quale essi aumentano.

Le alterazioni delle funzioni psichiche e sensoriali, rilevanti per la guida, possono infatti innescarsi a valori diversi da persona a persona.

Condividi questo video con tutti i tuoi contatti, riflettiamo!

Fonte: web

Michael Schumacher torna a casa!

schumacher2
A un un anno dal tragico incidente sciistico avvenuto a Meribel in Francia, la riabilitazione dell’ex pilota tedesco, potrà essere proseguita a casa.

Dopo un lungo ricovero a Grenoble nei mesi scorsi il trasferimento in Svizzera, nella clinica universitaria di Losanna.

Durante questi mesi ha fatto molti progressi ,se consideriamo la gravità della lesione, ma davanti a sè ha ancora un lungo e duro percorso.

Lo ha annunciato oggi Sabine Kehm, il manager dell’ex campione del mondo di Formula 1.

Infine, la portavoce ha ringraziato l’equipe dell’ospedale di Losanna che ha avuto in cura il pilota tedesco dopo il trasferimento dall’ospedale di Grenoble,

“per il lavoro intenso e competente”.

Immagine: da Tumblr

Fonte: web

Il 31 agosto 1997 moriva “la Principessa Diana” in un tragico incidente.

Il 31 agosto 1997 moriva "la Principessa Diana" in un tragico incidente.

Il 31 agosto 1997 moriva "la Principessa Diana" in un tragico incidente.Il 31 agosto 1997 moriva “la Principessa Diana” in un tragico incidente.

LONDRA- Sono passati 19 anni dall’incidente nel tunnel dell’Alma a Parigi ,avvenuto nella notte tra il 30 e il 31 agosto 1997,

dove perse la vita la Principessa Lady Diana Spencer insieme al suo compagno Dodi.

Non è così folle come può sembrare, la teoria che Lady Diana, sia stata uccisa dal “Soldato N”, ovvero da un membro delle forze speciali Sas (special air service) dell’esercito britannico.

A sostenerlo è Sue Reid, giornalista del Daily Mail, che ha studiato tutte le carte e ha trovato nuovi allarmanti indizi.

Infatti sono certi che un cecchino della Sas, chiamato “Soldato N” , abbia mandato due uomini del suo gruppo d’elite , ad uccidere Lady Diana,

agendo solo pochi secondi dopo che la mercedes è entrata nell tunnel.

La sua morte resta un mistero.

Anche se la polizia britannica, al termine di un’inchiesta durata oltre tre anni, ha concluso che si e’ trattato di un “tragico incidente”.

Ciò non ha mai convinto Mohamed Al Fayed, magnate egiziano proprietario dei grandi magazzini di Harrods e padre di Dodi, da sempre fermo sostenitore

della teoria del complotto ordito dai servizi segreti britannici per togliere di mezzo la principessa.

Una teoria che troverebbe riscontro anche in una lettera pubblicata per la prima volta integralmente dal tabloid britannico ‘Daily Express lo scorso

luglio scritta nel 1996 da Diana e consegnata al suo maggiordomo dieci mesi prima di morire.

La lettera, cinque fogli riempiti fronte e retro, in cui la principessa riferiva di avere il sospetto che il marito stesse pianificando ”un incidente d’auto per togliermi di mezzo”.

“Troppe testimonianze portano a pensare che quello di Lady D. non sia stato un incidente”.

Fonte: web

Muore annegato Corey Griffin, uno dei fondatori delle “secchiate ghiacciate” per la raccolta di fondi della SLA.

Corey  Ice-bucket-challenge

Corey Griffin al centro


NEW YORK

Corey Griffin, uno dei fondatori della “Ice Bucket Challenge” (le secchiate gelate che stanno circolando online) è morto annegato dopo un tuffo in Massachusetts.

Aveva 29 anni.

Secondo le prime ricostruzioni, Griffin si è diretto verso un edificio a Straight Wharf ,intorno alle due del mattino, prima di andare a letto ha deciso di fare un tuffo in mare.

Così e’ salito sul tetto di un edificio a due piani che si trova nel porto di Nantucket, lo Straight Wharf, e si è buttato.

Secondo la notizia riportata dal Bston Globe Corey dapprima è risalito in superficie e poi non è più riemerso, è annegato.

Il giorno precedente alla morte, Griffin aveva raccolto 100 mila dollari per finanziare la lotta contro la sclerosi laterale amiotrofica (Sla).

Griffin aveva co-ideato l’Ice Bucket Challenge pro Sla per aiutare l’amico Pete Frates, al quale è stata diagnosticata la malattia.

L’Ice Bucket Challenge ha lo scopo di raccogliere fondi per aiutare chi ne è colpito.

Il suo “gesto simbolo” è la doccia con una secchiata di acqua ghiacciata, le cui immagini sono diventate virali sui social network.

A volte, il destino è davvero crudele.

Fonte: Repubblica

Milano: Francesco Facchinetti vivo per miracolo.

181789_0071_3071306.jpg

facchinetti albero
Pare che Francesco Facchinetti sia scampato per miracolo a un incidente all’interno del proprio giardino, dove il maltempo ha fatto crollare un albero di grandi dimensioni.

“SONO VIVO PER MIRACOLO GRAZIE A MIO CUGINO STEFANO” dice Francesco.

E come direbbe mio nonno: te ghe cù , in milanese (hai culo).

“Oggi andrò in chiesa ad accendere un cero , che è meglio”, scrive Facchinetti sul suo profilo Facebook, postando la foto dell’albero abbattuto.

Fonte: web