Cicatrici

CICATRICI… Cicatrici
In un caldo giorno d’estate nel sud della Florida, un bambino decise di andare a nuotare nella laguna dietro casa sua. Uscì dalla porta posteriore correndo e si gettò in acqua nuotando felice.

Sua madre lo guardava dalla casa attraverso la finestra e vide con orrore quello che stava succedendo.
Corse subito verso suo figlio gridando più forte che poteva.
… Sentendola il bambino si allarmò e nuotò verso sua madre ma era ormai troppo tardi.
La mamma afferrò il bambino per le braccia, proprio quando il caimano gli afferrava le gambe.
La donna tirava determinata, con tutta la forza del suo cuore.

Il coccodrillo era più forte, ma la mamma era molto più determinata e il suo amore non l’abbandonava.

Un uomo sentì le grida, si precipitò sul posto con una pistola e uccise il coccodrillo.

Il bimbo si salvò e, anche se le sue gambe erano ferite gravemente, poté di nuovo camminare.

Quando uscì dal trauma, un giornalista domandò al bambino se voleva mostrargli
le cicatrici sulle sue gambe.
Il bimbo sollevò la coperta e gliele fece vedere.

Poi, con grande orgoglio si rimboccò le maniche e disse:
“Ma quelle che deve vedere sono queste”
Erano i segni delle unghie di sua madre che l’avevano stretto con forza.
“Le ho perché la mamma non mi ha lasciato e mi ha salvato la vita”.

Anche noi abbiamo cicatrici di un passato doloroso. Alcune sono causate dai nostri peccati,
ma alcune sono le impronte di Dio quando ci ha sostenuto con forza per
non farci cadere fra gli artigli del male.
Ricorda che se qualche volta la tua anima ha sofferto….
è perché Dio ti ha afferrato troppo forte affinché non cadessi!
Fonte: web

Proprietà e benefici della Mokaite

Proprietà e benefici della Mokaite
La Mokaite o Mookaite è un bellissimo diaspro australiano che porta con sé le potenti energie rosse e gialle della terra d’Australia.

È la pietra aborigena della Madre Terra e come tale trasmette potenti vibrazioni rinvigorenti e vitali che donano energie positive per aumentare la propria volontà e focalizzare il proprio potere personale.

Si può trovare di colore rosso e giallo e dal popolo australiano è sempre stata considerata una bella pietra rigenerativa, non solo tra le tribù tribali.

Gli aborigeni l’hanno sempre ritenuta una pietra di buona salute. Se messe in una stanza rilasciano una forte energia guaritrice, portano equilibrio e donano uno scudo protettivo.

La sua energia comunque è graduale e per questo motivo è necessario utilizzarla a lungo.

La Mokaite lavora sul piano spirituale, psichico e fisico. Dal punto di vista spirituale è una pietra che fa aumentare il desiderio e la voglia di provare sempre nuove esperienze.

I desideri spirituali e quelli materiali iniziano a combaciare, cosa che porta una visione molto più chiara del futuro.

La Mokaite a livello mentale rende più flessibili, le cose vengono viste con una maggior chiarezza e le strade a disposizione appaiono nitide, pronte per essere scelte senza ripensamenti.

A livello fisico invece, aiuta a ristabilire un buono stato di salute. Il sistema immunitario viene rafforzato e anche tutto quanto l’apparato circolatorio ne risente beneficamente.

Tenere la pietra vicina a sé, sarà d’aiuto per ricevere risposte che provengono dal nostro io più profondo a cui faremo bene ad affidarci,

anche se le circostanze esterne sembrerebbero suggerire qualcosa di diverso.
Proprietà e benefici della Mokaite
Induce uno stato d’animo calmo e stabile regalando così la possibilità di esaminare e rilasciare esperienze negative e ispirando fiducia e desiderio

di nuove esperienze. Incoraggia la flessibilità spingendo a immaginare diverse possibilità di scelta in una situazione e aiuta

a decidere quale sia la migliore aiutando così a essere più versatile nell’approccio alla vita rendendo più facile esporsi a nuove esperienze.

È una pietra ideale per i genitori in attesa, in quanto può facilitare la comunicazione intuitiva con il loro bambino non ancora nato.

Fonte: web

Troisi e la sua controfigura

Troisi e la sua controfigura
«Troisi mi guardò per la prima volta, mi sorrise e mi abbracciò: “E tu solo mo’ ti fai vedere?”».

Credo che il ricordo più commovente di Massimo l’abbia lasciato l’uomo fisicamente meno titolato a farlo.

Quello che c’era quando lui mancava, quello che mancava quando lui ci poteva essere: Gerardo, la sua controfigura.

Gerardo era un ventenne di Sapri, che in qualche modo somigliava a Troisi.

Aveva il volto della commedia e quello della tragedia assieme, ma non riuscivi mai a capire quale stesse indossando in quel preciso momento.

Fu contattato dalla produzione de Il Postino, alla ricerca di qualcuno che sostituisse nelle scene più pesanti un Massimo sempre più stanco e affaticato.

Per un mese buono fu il suo «doppio». Era quello che pedalava sotto il sole di Procida, o si fermava ad ammirare il tramonto in cima alla collina, con quella bici tra le mani.

Durante le riprese sua moglie Elena rimase incinta. Massimo si avvicinava a sua moglie e «giocava con il copione del film: “Come sta Pablito?

Mi raccomando, lo dobbiamo chiamare Pablito”, che era il nome del figlio del Postino».

L’ultimo ciak fu il 3 giugno. Massimo li salutò così: «Vi amo tutti, non dimenticatevi di me».

Il giorno dopo morì.

Oggi Gerardo ha 25 anni in più, una carriera da insegnante di educazione fisica, un bed and breakfast a Sapri e nessun altro ricordo dal mondo del cinema.

Ha solo un libro di Neruda, che Massimo gli regalò prima di morire, con una dedica:

«A Gerardo, per la pazienza e l’abnegazione con le quali ha reso più piacevole e meno faticoso il mio lavoro».

Aver reso meno faticoso il suo lavoro, «l’onore più bello».

Ha pure quel figlio nato poco dopo la morte di Troisi. Non l’ha chiamato Pablito.

D’accordo con sua moglie, 25 anni fa, decise di chiamarlo Massimo.

di Andrea Scanzi

Fonte: web

Integratori Herbalife e il parere degli esperti

Integratori Herbalife e il parere degli esperti
I prodotti Herbalife sono stati sviluppati da medici, scienziati e esperti in nutrizione.

Attualmente iI comitato scientifico Herbalife Nutrition è composto da 312 medici-scienziati provenienti dal mondo intero.

Ecco cosa dicono i medici:

Tutti possono usare i prodotti Herbalife, è cibo naturale, completo a base vegetale.

Non vi sono controindicazioni.

Nessun effetto collaterale.

Efficace per perdere peso (il grasso in eccesso), per aumentare la massa muscolare,

per rafforzare il sistema immunitario.

ntegratori Herbalife e il parere degli esperti

 

E’ cibo, un pasto sano, completo ed equilibrato con poche calorie a base vegetale, senza coloranti ne aromi artificiali, senza zuccheri aggiunti, a basso indice glicemico.

Adatto a ragazzi, anziani, studenti, persone attive, sedentarie, atleti e sportivi.

Questi medici e scienziati sono a capo del Comitato Scientifico NAB HERBALIFE NUTRITION

e garantiscono la sicurezza e qualità dei prodotti.

 

 

 

 

 

 

Hai ancora dubbi?

Prova su te stesso e sentirai la differenza!

 

 

 

 

Herbalife ha inoltre una linea  per la cura del viso, corpo e capelli

 

 

 

 

 

 

 

e una linea  a base di aloe per la cura personale.

Fonte: web

 

E’ morto Niki Lauda, leggenda della Formula 1

E' morto Niki Lauda, leggenda della Formula 1
La Formula 1 piange il campione Niki Lauda: aveva 70 anni .
Niki è morto pacificamente in una clinica svizzera, circondato dalla sua famiglia .

Lauda era nato a Vienna, in Austria, il 22 febbraio del 1949. In Formula 1 ha vinto tre titoli mondiali: campione del mondo nel 1975 e nel 1977 con la Ferrari, poi nel 1984 con la McLaren.
Nel luglio 1976 al Nürburgring per il Gp di Germania il grave incidente, uno dei più gravi della storia dell’automobilismo, per cui finì in pericolo di vita: perse il controllo della sua Ferrari che carambolò e prese fuoco.
Fu estratto dalle fiamme anche da Arturio Merzario, decisivo nell’estrarlo dall’abitacolo in fiamme. In quell’occasione gravi furono le ustioni ma soprattutto l’aver respirato i fumi rilasciati dall’auto.
I suoi successi unici come sportivo e imprenditore sono e rimarranno indimenticabili.
Fonte: web